Innovazione

Creato da una produttrice della BBC mette in contatto a pagamento committenti e registi

Tra i primi clienti c'è Fatboy Slim.

Avete una band e volte realizzare un videoclip? Oggi è molto facile, grazie alla piattaforma Radar Music Videos, che permette ad artisti, gruppi ed etichette di commissionare clip musicali a registi già noti o emergenti. Il sito, che per un anno ha funzionato nella versione beta, è interamente gestito dalla ex produttrice della BBC Caroline Bottomley, ed è già economicamente in attivo. Questo è consentito da un modello di business che consente di ottenere servizi gratuiti a chi si iscrive alla versione a pagamento, vale a dire che i registi ottengono il lavoro e i musicisti che lo hanno commissionano vedono realizzato il video senza spese aggiuntive.

Un modo semplice ed efficace quindi, per l'industria musicale, di produrre clip, in cui i committenti pagano 19 sterline e 99 al mese, mentre i registi che sperano di lavorare in questo settore devono versare 3 sterline e 99 per essere messi in lista e poter rispondere alle richieste di realizzazione dei video. Su Radar esistono già una serie di richieste di clip, tra cui quello per l'ultimo pezzo di Fatboy Slim, dal titolo "Machines do the Work", mentre tra gli altri che hanno già utilizzato le potenzialità di questa piattaforma ci sono Dan Le Sac Vs. Scroobius Pip, la Mercury Records e una serie di altri artisti ed etichette indipendenti.

I video prodotti attraverso Radar possono inserire nei credit il sito e potenzialmente hanno la possiiblità di beneficiare di una "distribuzione" tramite il canale Youtube di Radar e della sua presenza su altre piattaforme video, inclusa quella consentita da una recente partnership con il Film Network della BBC. Insomma, se volete cimentarvi nella regia di un video musicale oppure lo volete girare per aiutare la scalata al successo della vostra band, non avete che da visitare Radar Music Videos, iscrivervi, fare la vostra richiesta e aspettare.

12 maggio 2010 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us