Innovazione

Creare super batteri per ripulire il mondo dai rifiuti

Adatti contro petrolio, benzina e scorie radioattive.

In Natura, i batteri sono coloro che si nutrono di tutto ciò che è in via di decomposizione: per questo a volte vengono definiti come i tritarifiuti naturali. A questo punto, allora, perchè non utilizzarli per eliminare i nostri rifiuti come mercurio, petrolio o scorie nucleari? Questo concetto è chiamato "bioremediation" ed è in corso un progetto partito da un'università dell'America Centrale.

In uno studio pubblicato sulla rivista BMC Biotechnology, i ricercatori della Inter American University di Porto Rico hanno modificato geneticamente dei batteri di E. coli in modo non solo da resistere al mercurio, ma anche rimuoverlo dalle discariche. Perchè il mercurio? Perchè in Natura esistono degli altri micro-organismi che lo rendono ancora più pericoloso di quanto non sia, trasformandolo in metilmercurio, il quale può accumularsi sia nelle piante che negli animali. L'obiettivo di questi super-batteri modificati è quello di agire prima che il corso naturale degli eventi vada a modificare il mercurio semplice. L'utilizzo di O.G.M. in questo caso è obbligatorio perchè non esistono in Natura batteri in grado di svolgere questo compito: per altri tipi di rifiuti, invece, i "ripulitori" esistono già, e hanno soltanto bisogno di un po' di aiuto. Ad esempio, parlando del disastro petrolifero avvenuto l'anno scorso nel Golfo del Messico, a causa di infiltrazioni naturali di oro nero sul fondale, si sono creati microbi in grado di rimuoverlo: da ciò si deduce che, aggiungendo sostanze nutritive al mare nelle vicinanze di una piattaforma petrolifera, si possa creare una colonia di ripulitori adatti a contrastare un'eventuale perdita. E così si può fare anche con altri tipi di rifiuti "scomodi" come scorie radioattive o benzina.

30 agosto 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us