Innovazione

Con un adesivo risolvi il difetto del nuovo iPhone 4!

Da semplice adesivo diventa un business!

Appena ho visto l’immagine non ci credevo, sono rimasto completamente senza parole, tuttavia pensandoci bene, devo dire che l’ingegnere che ha ideato il semplice adesivo con su scritto “End Call” è un vero genio!

Iniziato come una burla per sfottere Apple, l’idea di attaccare con dello scotch trasparente con raffigurato il simbolo del fine chiamata e la relativa scritta, li dove se si posa la mano impugnando in malo modo il nuovo Apple iPhone 4G, ora sta invadendo la rete e si sta rilevando un successo.

The Antenn-Aid tradotto nella nostra lingua: soccorso antenna, sembra essere al momento l’unica soluzione per evitare di impugnare erroneamente il nuovo dispositivo Apple e quindi far cadere la comunicazione.

L’ideatore: Aaron Draczynski è ora impegnato nella produzione e nella commercializzazione dell’adesivo che sta raggiungendo un successo che nessun analista avrebbe mai potuto prevedere. L’adesivo è stato annunciato in vendita a partire da 29 dollari, circa 22.5 euro (sinceramente un po’ tantino per un’adesivo).

Al momento, tuttavia, sembra essere solo un concept ma presto diventerà realtà, essendo l’unica soluzione per tamponare il grande e grave difetto di progettazione del nuovo iPhone.

Ovviamente, uscirà in varie versioni e colori, ma il classico rosso dell’End Call ha il suo fascino. Altri due ideatori Szymon Weglarski e Jon Dorfman, due designer di Brooklyn hanno ideatola versione a forma di cerotto in 6 colorazioni diverse.

Il lampo di genio dei due designer, è arrivato subito dopo la conferenza stampa, dato l’elevato numero di ordini i due hanno dovuto predisporre confezioni da 6 cerotti così da accontentare i gusti di ogni cliente.

Voi quale versione preferite? Il cerotto o la versione “End Call”?

23 luglio 2010 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us