Come funzionano le candele “mangia-fumo”?

Non esistono candele “normali” e candele “mangia-fumo”. Tutte le candele, durante la combustione, assorbono fumo se la fiamma che esse producono è pulita. Questo avviene perché la colonna d’aria...

2002628223231_10

Non esistono candele “normali” e candele “mangia-fumo”. Tutte le candele, durante la combustione, assorbono fumo se la fiamma che esse producono è pulita. Questo avviene perché la colonna d’aria ascendente provocata dalla candela accesa attira le particelle di carbonio del fumo e le porta a contatto con la fiamma, bruciandole. Le candele “tradizionali” sono fatte di paraffina e acido stearico (stearina). La combustione è migliore quando la paraffina utilizzata contiene una bassa percentuale di olio. È importante inoltre che lo stoppino della candela sia di buona qualità: il migliore pare essere quello di puro cotone. Quindi si può parlare di “candela mangia-fumo” solo nel senso di una candela curata nei minimi dettagli, affinché non produca una fiamma fuligginosa. In sostanza, se una candela non fa fumo... se lo mangia!

28 Giugno 2002