Come funziona la lampada abbronzante?

Le lampade abbronzanti riproducono gli effetti sulla pelle dei raggi ultravioletti emessi dal Sole. Questa radiazione solare a breve lunghezza d’onda (gli ultravioletti si distinguono in due...

2002628223155_10

Le lampade abbronzanti riproducono gli effetti sulla pelle dei raggi ultravioletti emessi dal Sole. Questa radiazione solare a breve lunghezza d’onda (gli ultravioletti si distinguono in due frazioni: gli UV-A, che abbronzano, e gli UV-B, più energetici e più dannosi, perché penetrano in profondità) stimola la produzione di melanina, un pigmento di colore rossiccio o nero: questo meccanismo è in realtà una difesa del corpo contro gli effetti degli ultravioletti, che possono danneggiare le cellule della pelle. Quando i raggi ultravioletti colpiscono la pelle, attivano il meccanismo: aumenta il flusso sanguigno nella cute, la pelle diventa rossa, aumenta il calore sull’epidermide. Alcune cellule presenti nel derma, i melanociti, cominciano a produrre la melanina e la riversano all’esterno: le altre cellule la assorbono e la pelle assume così una colorazione sempre più scura. La melanina crea uno schermo che blocca la penetrazione dei raggi in profondità. Se si esagera con la lampada, così come accade con i raggi solari, si rischia prima una disidratazione delle cellule della pelle e in seguito un danneggiamento delle fibre elastiche e del collagene presenti negli strati più profondi: lo stesso fenomeno che si verifica nell’invecchiamento.

28 Giugno 2002

Codice Sconto