Innovazione

Che ne è del buco dell'ozono?

Non se ne parla più, che fine ha fatto?

Dov'è finito il buco dell'ozono? Fino a pochi anni fa era sulla bocca di tutti, mentre da qualche tempo non se ne sente più parlare. Sono trascorsi 25 anni da quando tre scienziati comunicarono al Mondo della loro tragica scoperta: un vero e proprio buco stava squarciando la patina di ozono che circonda la Terra.

Oggi sembra che il pericolo stai diminuendo, e l'annuale l'aumento dello squarcio ha iniziato a diminuire. E, buone notizie, con lui stanno diminuendo i casi di morti per cancro attribuiti a tale problema atmosferico. Insomma, sembra che le contromisure adottate dai vari governi locali per combattere l'allargamento del buco dell'ozono stiano funzionando.

Ma questo non significa che il problema sia scomparso: stando agli ultimi rilevamenti il buco dell'ozono si starebbe spostando dal Polo Sud al Polo Nord, e gli interventi per ridurne le dimensioni stanno procedendo più a rilento del dovuto: è ormai quasi certo che non verrà richiuso prima del 2060-2075.

Possiamo quindi dire che il buco dell'ozono resta un fenomeno pericoloso per l'umanità, la cui crescita sta venendo arginata dalle norme imposte dai governi e - ci piace pensarlo - dal buonsenso comune.

7 maggio 2010 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La forza sovrumana del lottatore greco Milone, i pugni di acciaio di John L. Sullivan, la determinazione di Alfonsina Strada nel voler partecipare, unica donna, al Giro d’Italia... I personaggi che si sono distinti nel mondo dello sport sono ovviamente tantissimi. A chi dare spazio, in occasione delle Olimpiadi? Scopritelo in edicola.

ABBONATI A 29,90€

I comportamenti, le regole, i codici e l'organizzazione del mondo vegetale. In più: gli strascichi della long Covid, l'importanza degli abbracci e alla scoperta di Abel, un androide dell’Università di Pisa nato per interagire con noi umani.

ABBONATI A 29,90€
 
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola.
ABBONATI A 29,90€
Follow us