Carburante derivato dall'olio da cucina per gli aerei della KLM

La KLM utilizzerà biocarburanti

klm-619_180007

La compagnia aerea olandese KLM ha adottato un nuovo tipo di carburante ecologico, chiamato biokerosene: questo tipo di alimentazione rientra in quei carburanti definiti ecologici, in quanto è derivato direttamente da olio da cucina esausto. Già dal prossimo Settembre sarà utilizzato su più di 200 voli sulla tratta Amsterdam-Parigi.

Dal 2007 l'azienda è impegnata nella ricerca di nuovi tipi di carburanti, e per questo motivo verranno utilizzate anche altri combustibili oltre al biokerosene: tutti però, dovranno ottenere determinati valori riguardo le emissioni, che dovranno ovviamente essere il più basse possibile, e riguardo il minimo impatto sulla biodiversità. Per contenere i costi, la KLM ha deciso di utilizzare carburanti che non richiedano sostituzioni o modifiche ai motori. Il biokerosene sarà fornito dalla società Dynamic Fuel, in collaborazione con SkyNRG, creato da KLM nel 2009 per lo sviluppo di nuovi combustibili, North Sea Group e Spring Associates. Queste le parole di Camiel Eurlings, manager della compagnia di voli olandese: "L’obiettivo del 100% di biocarburante è ambizioso. I costi dei biocarburanti devono abbassarsi significativamente e in maniera definitiva e questo può essere fatto solo tramite l’innovazione, la collaborazione e un impianto legislativo che ne stimoli lo sviluppo e garantisca un’onesta competizione".

L'innovazione nel mondo dei trasporti è un momento fondamentale nella lotta per salvare il pianeta, e ogni sforzo effettuato da grandi compagnie, come, ad esempio, in questo caso, la KLM, dona nuova linfa all'ambiente.

05 Luglio 2011 | Stefano Caneva