Innovazione

BP assume i migliori scienziati del mondo ma poi li censura

Chiude la bocca agli scienziati!

La BP assume i migliori scienziati americani, per studiare la catastrofe che ha causato nel Golfo del Messico, ma poi ne censura suggerimenti e opinioni. Sembra che, ultimamente, la compagnia petrolifera britannica responsabile di una delle peggiori ecatombi ambientali della storia, stia mettendo sotto contratto molti studiosi locali, associati alla principali università dell'area del Golfo, per studiare l'impatto della fuoriuscita di petrolio sugli ecosistemi.

Secondo i critici, però, l'intento non sarebbe quello di avere migliori informazioni sulla situazione e sul come affrontarla, quanto piuttosto spingere i ricercatori al silenzio, visto che il contratto che gli viene fatto firmare prevede, tra le altre cose, che non possano pubblicare o condividere i risultati dei propri studi per almeno tre anni. Normalmente, questo tipo di ricerche vengono subito condivise negli ambienti scientifici e spesso pubblicati su riviste, specializzate e non. Alcune università hanno rifiutato l'accordo, ma BP è riuscita comunque a convincerne molte altre a mantenere la consegna del silenzio, per cui sembra chiaro che l'azione degli autori del disastro non è orientata a far sapere al mondo cosa è successo, ma semplicemente a mantenere, per quanto possibile, la situazione tranquilla, senza diffondere ulteriori allarmi.

L'atteggiamento di BP sembra avvalorare l'ipotesi secondo cui, come dicono molti biologi marini, i danni causati dall'esplosione del 20 aprile e dalla falla che si è aperta siano molto peggiori di quanto detto finora, e quindi i tentativi degli ambientalisti di tutto il mondo, delle aziende e degli studiosi che cercano soluzioni per chiuderla, nonché di politici come il presidente americano Obama, potrebbero rivelarsi addirittura inutili, di fronte all'enormità dei danni causati.

Foto: http://www.flickr.com/photos/19378856@N04/2037098785/

20 luglio 2010 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La smisurata ambizione di Napoleone trasformò l’Europa in un enorme campo di battaglia e fece tremare tutte le monarchie dell’epoca. Per molti era un idolo, per altri un tiranno sanguinario. E oggi la sua figura continua a essere oggetto di dibattito fra storici e intellettuali. E ancora: tra lasciti stravaganti e vendette "postume", i testamenti di alcuni grandi personaggi del passato che fecero litigare gli eredi; le bizzarre toilette con cui l’aristocrazia francese del Settecento si "faceva bella" agli occhi del mondo; nelle scuole residenziali indiane, i collegi-lager dove venivano rinchiusi i bambini nativi americani, per convertirli e "civilizzarli"; Dio, patria e famiglia nelle cartoline natalizie della Grande guerra.

ABBONATI A 29,90€

Il corpo va tenuto in forma, ma le sue esigenze cambiano nel corso della vita. Quale sport è meglio fare con gli anni che passano? E quali sono le regole di alimentazione per uno sportivo? E ancora: il primo modello numerico completo che permette di simulare il nostro cuore; perché i velivoli senza pilota stanno assumendo un ruolo fondamentale in guerra; l’impatto che l'Intelligenza artificiale avrà sull’economia e sulla società; tutto quello che si ottiene avendo pazienza.

ABBONATI A 31,90€
Follow us