Innovazione

Batterie come vampiri: l'energia è nel nostro sangue

Ricava energia dagli zuccheri.

Non ci sono dubbi, i primi ad averlo capito sono stati i vampiri: dal nostro sangue si può ricavare parecchia energia. Alla stessa conclusione è arrivato un gruppo di ricercatori dell'Università Joseph Fourier di Grenoble ed ha così creato una speciale batteria, denominata GBFCs, che utilizza alcuni composti chimici presenti naturalmente nel nostro sangue per produrre elettricità.

L'acronimo GBFCs sta per Glucose BioFuel Cells, ovvero batteria bioenergetica a glucosio, e ci dice già tutto - o quasi - di questa grande invenzione: grazie a speciali enzimi, riesce a far reagire lo zucchero presente nei nostri vasi sanguigni con l'ossigeno, liberando, così, un considerevole quantitativo d'energia. I primi esperimenti sono già stati effettuati impiantando queste batterie in cavie da laboratorio, ed i risultati raccolti sono stati davvero incoraggianti. D'accordo, tra un topo ed un uomo le differenze biologiche saranno anche notevoli, ma il passaggio della sperimentazione sul maiale è imminente e gli stessi ricercatori confidano di raggiungere traguardi eccezionali sugli esseri umani entro il prossimo decennio.

I cyborg sono quindi dietro all'angolo? In verità, le prime applicazioni per le GBFCs sarebbero molto meno fantascientifiche, come, ad esempio, alimentare peacemaker ed erogatori d'insulina in modo durevole ed affidabile, a tutto beneficio dei milioni di cardiopatici e diabetici. Lo step successivo riguarderà, poi, le protesi che stanno evolvendosi proprio in questi ultimi anni: occhi elettronici, impianti cocleari edarti artificiali potranno funzionare autonomamente e verrà meno la necessità di sostituirne periodicamente le "pile".

Ma di quanto zucchero necessiteranno queste batterie? Di questo non dovrete preoccuparvi, perché l'allarme obesità riguarda ormai tutto il mondo occidentale e le GBFCs brucerebbero proprio gli eccessi di glucosio nel nostro corpo, aiutandoci a rimanere sani e... in forma smagliante!

25 maggio 2010 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us