Innovazione

Batterie al carbonio che si ricaricano in un lampo

Celle agli ioni di litio immerse nel carbonio, et voilà!

di
Un team di ricerca sudcoreano sperimenta un nuovo processo produttivo che permette di ottenere batterie molto più veloci in fase di ricarica. Basta immergere le celle agli ioni di litio in un bagno di carbonio e il gioco è fatto.

"Le batterie si ricaricano cento volte più in fretta delle attuali"
Altro che Duracell - Tempo fa una nota azienda prometteva di produrre batterie che, rispetto ai diretti concorrenti, sarebbero durate tutta la vita, o quasi. Così, c’era questo coniglietto elettronico molto arzillo, naturalmente alimentato con le batterie della suddetta marca, che correva a una velocità doppia e per il doppio della distanza rispetto agli altri coniglietti, alimentati con pile “normali”. Le apparecchiature elettroniche, con l’evoluzione della tecnologia, sono diventate sempre più esigenti sotto il punto di vista energetico. Così, la promessa di una batteria sempiterna è rimasta una mera trovata pubblicitaria. Almeno fino a ora. Un’equipe di ricercatori sudcoreani, infatti, sembrerebbe aver scoperto il “Sacro Graal” delle batterie.

La tua batteria sta per esaurirsi - Quello delle batterie è, con tutta probabilità, uno dei problemi più annosi per chi ha a che fare con oggetti tecnologici. Che si tratti di una fotocamera digitale, di un lettore mp3, di uno smartphone o di qualsiasi altro oggetto alimentato da una batteria, il tuo (e mio) più grande terrore è vedere comparire improvvisamente la scritta: «La tua batteria sta per esaurirsi. Ricaricare prego». Oppure, più semplicemente, vedere lampeggiare l’indicatore di carica residua. Una vera e propria tragedia. Dopo decenni di ricerca si era giunti a un buon compromesso grazie alle batterie agli ioni di litio: carica sufficientemente lunga e dimensioni più che accettabili. Questa tecnologia, però, è arrivata ormai quasi al limite e il compromesso che sinora sembrava abbastanza favorevole sta divenendo piuttosto deficitario.

Carbonio mon amour - Stando, però, a una ricerca condotta da un’equipe di scienziati sudcoreani - e pubblicata sulle pagine della rivista tedesca Angewandte Chemie - il futuro delle batterie agli ioni di litio potrebbe essere nuovamente roseo. E tutto grazie a quello che sta diventando ormai il materiale del futuro, e del presente, ossia il carbonio. Il maggior limite delle batterie al litio, infatti, era che la corrente non passava direttamente nelle celle, ma veniva caricata al loro interno da materiali esterni. Immergendo le celle agli ioni di litio in un materiale a base di grafite, invece, si riesce a far passare la corrente direttamente all’interno delle celle.

Carbonizzati - Questo processo di carbonizzazione - la grafite è composta da atomi di carbonio, così come lo sono i pezzi di carbone che solitamente utilizziamo per i nostri barbecue - permette alle celle della batteria di caricarsi istantaneamente e tutte contemporaneament. Il carbonio, infatti, riesce a penetrare molto più in profondità dei materiali conduttori utilizzati sinora. Il risultato sono delle celle di accumulo immerse in un bagno di grafite, che crea un denso rete di conduttori attraverso tutti gli elettrodi della batteria. Le batterie, con questo nuovo processo di produzione, si caricherebbero impiegando un tempo dalle 30 alle 120 volte inferiore rispetto alle attuali batteria agli ioni di litio. Niente male, no? (sp)

Trucchi - Lunga vita alle batterie agli ioni di litio

17 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Da Suzy Solidor ad Alice Prin, da Luisa Casati a Dora Maar. Ambizioni, amori, talenti ed eccentricità delle donne che hanno ispirato i più grandi artisti del Novecento (e non solo). E ancora: dalle latrine romane al trono-gabinetto del Re Sole, la storia del bagno e dei nostri bisogni più intimi; i prìncipi secondogeniti che si sono ribellati alle leggi di successione, e ne hanno combinate di tutti i colori.

ABBONATI A 29,90€

Alla scoperta della pelle, l’organo più esteso del corpo che si rinnova in continuazione e definisce il nostro aspetto. E ancora: come funziona il nuovo farmaco per il tumore della mammella; le ultime meravigliose sorprese della Via Lattea; l'addestramento degli equipaggi degli elicotteri di salvataggio; dove sono le riserve maggiori di gas e con quali tecniche si estrae e distribuisce.

ABBONATI A 31,90€
Follow us