Innovazione

Arrivano i cantanti elettronici

Un nuovo software di sintetizzazione della voce umana promette di riuscire a cantare come qualsiasi star internazionale.

Arrivano i cantanti elettronici
Un nuovo software di sintetizzazione della voce umana promette di riuscire a cantare come qualsiasi star internazionale.

Un nuovo software sembrerebbe capace di imitare le voci delle grandi star cantando perfettamente tutte le canzoni. Riusicirà però a imitare anche le stecche e le stonature? Nella foto, Madonna.
Un nuovo software sembrerebbe capace di imitare le voci delle grandi star cantando perfettamente tutte le canzoni. Riusicirà però a imitare anche le stecche e le stonature? Nella foto, Madonna.

Giorgia o Madonna a vostra disposizione. A tutte le ore, pronte a cantarvi la vostra canzone preferita. Proprio come un Juke box. Per gli amici più intimi delle star, forse tutto questo è già realtà. Per tutti gli altri presto ci sarà un software musicale capace di riprodurre il canto di una persona, con la pronuncia e il tono appropriato.
Il software “canterino” sarà in vendita dal mese di gennaio 2004 nel Regno Unito e si avvale al momento di due fonti vocali reali rispettivamente maschile e femminile, Leon e Lola. Si chiama Vocaloid e negli obiettivi dei produttori sarà potenziato in modo da riprodurre perfettamente le voci delle grandi star internazionali, da Edith Piaf a Eminem. Infatti, come un sintetizzatore è capace di suonare una serie di note come un qualsiasi strumento musicale, così Vocaloid è in grado di cantare una combinazione di note e parole, con una voce a scelta.

PROVE TECNICHE DI CANTO... ELETTRONICO

Addio alle coriste? Ecco come cantano Leon e Lola. A voi il giudizio.
©2002/3 Zero-G Limited.

Leon, voce maschile

(700 Kb.)
Lola, voce femminile
(2,9 Mb.)
Mix: voce solista umana, cori sintetizzati da Lola (1,8 Mb.)

Tutta una questione di fonemi. Sintetizzare una voce umana che canta è più difficile che imitare una voce reale perché coinvolge melodia e lirica e, inoltre, ha una serie più vasta di passaggi tra suoni rispetto a quanto si possa ottenere sintetizzando più strumenti musicali. Vocaloid seleziona la voce umana in 2500 fonemi che rappresentano i passaggi tra vocali e consonanti. Per esempio, la parola "part" è fatta di 6 fonemi di transizione: dal silenzio alla "p", p-a, a-a, a-r, r-t, dalla "t" al silenzio. Per codificare una voce, sono state registrate le onde prodotte da ognuno di questi fonemi "cantati" con 4 diverse intensità, un'operazione che richiede cinque giorni di lavoro. Il software estrapola le parti cruciali di questi fonemi, catturando il tono e la pronuncia che rendono unica la voce di un cantante, e li converte in una formula matematica che viene immagazzinata in un database. Quando al software viene richiesta una canzone, questo prende i fonemi rilevanti dal suo database, li unisce e produce il suono.
Lo stesso meccanismo sarà utilizzato in Gran Bretagna per produrre dispositivi per non vedenti in grado di "leggere" le notizie di quotidiani e giornali con l'utilizzo di una voce reale e non più sintetizzata.

(Notizia aggiornata al 22 dicembre 2003)

22 dicembre 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us