Innovazione

Arrivano dal MIT di Boston due progetti di aerei "verdi" del futuro

Due progetti a cura del MIT.

Nel 2035 gli aerei su cui voleremo consumeranno il 70% di carburante in meno, rispetto ad oggi, emetteranno il 75% di ossidi di nitrogeno in meno e non saranno rumorosi come quelli attuali. Sono le previsioni che arrivano da designer del prestigioso MIT (Massachusetts Institute of Technology), che hanno già progettato, ad esempio, un veicolo da 180 passeggeri delle cosiddette D Series, che hanno affettuosamente ribattezzato "Double Bubble", il quale dovrebbe sostituire i jet della classe dei Boeing 737, anche se sarà meno veloce del 10% rispetto a questi ultimi. I motori sono montati sul retro della fusoliera, e questo permetterà di bruciare meno carburante, mantenendo però la stessa potenza che si avrebbe se fossero montati sulle ali.

L'altro aereo "verde" del futuro, pensato dagli scienziati di Boston, è un jet da 350 passeggeri delle H Series, che avrebbe più o meno le stesse caratteristiche tecniche dell'altro e potrebbe sostituire i velivoli della classe dei Boeing 777, quelli che attualmente volano sulle distanze più lunghe. Il MIT ha uno dei team che nel 2008 sono stati scelti direttamente dalla NASA per sviluppare i progetti di aerei del futuro, anche se c'è molta attesa per quello che produrranno i tecnici della Lockheed-Martin, che stanno lavorando a un aeroplano supersonico per uso commerciale. Sicuramente, il futuro dei cieli avrà spazio per entrambi i tipi di aerei, ma quelli ecologicamente sostenibili in questo momento storico sono più importanti, vista l'attenzione all'ambiente che finalmente si sta diffondendo in tutto il pianeta e la scarsità di carburanti fossili, che secondo tutte le previsioni è destinata ad accentuarsi nei prossimi decenni.

19 maggio 2010 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us