Innovazione

Arriva in Italia la campagna europea contro la vivisezione

Chiesto divieto di test.

“Le atrocità non sono meno atrocità quando avvengono nei laboratori e sono chiamate ricerca medica”: così scriveva George Bernard Shaw circa cento anni fa, ma ancora oggi sono in molti a non pensarla in questo modo. Numerosissime companies utilizzano la vivisezione per qualsiasi tipo di prodotto, giustificati dalla presunta mancanza di metodi alternativi che garantiscano i risultati desiderati.

Oggi sappiamo che non è così, che sono utilizzabili le colture cellulari provenienti da biopsie e interventi chirurgici, in modo da poter risparmiare la vita di circa quattrocentomila animali all'anno. Se ne sono accorti anche la Commissione europea e il parlamento europeo, i quali hanno programmato per il 2013 il divieto assoluto di testare sugli animali e commercializzare queste materie prime cosmetiche. L'unico problema è che le due istituzioni stanno riflettendo sull'ennesimo slittamento di data: per questo motivo il diciotto gennaio è stata avviata la Campagna Europea Antivivisezione, voluta dalla coalizione Eceae che include molte associazioni animaliste, compresa la Lav italiana.

Questa battaglia è sostenuta da diversi personaggi, politici, aziende cosmetiche e volontari che porteranno la petizione in giro per le piazze italiane, soprattutto durante le giornate italiane di mobilitazione del 2-3 e del 9-10 aprile. Ciò che più stupisce è la disattenzione e il tacere dei media davanti ai passi in avanti attuati: nel 2004 è stata proibita la vivisezione per quanto riguarda il prodotto “finito” e nel 2009 è stato attivato il divieto di testare anche le materie prime, con l'esonero di soli tre test. Adesso è arrivato il momento di eliminare le macchie di queste inutili atrocità dai nostri prodotti in maniera definitiva, mostrandoci più informati e critici in quelle che sono le scelte più importanti, ovvero nelle scelte quotidiane.

Scritto da: Alice Ajmar

Photo credits: http://www.flickr.com/photos/redbanshee/5023179327/

24 gennaio 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us