Innovazione

Apple perde il brevetto sulla tecnologia multi-touch

Sicuramente ci saranno svolte nella lotta fra i due colossi della telefonia.

di
Lo chiamavano il "brevetto di Steve Jobs". Parliamo della tecnologia multi-touch che consente l'interazione tra le dita e uno schermo sensibile al tocco. Ebbene, l’USPTO, ossia l'ufficio brevetti statunitense, l'ha appena revocato. È una delle "vittime" dello scontro legale tra Apple e Samsung.

"Il brevetto è uno dei tanti registrati
da Apple e alla base di iPhone e iPad"
Addio paternità - La particolare tecnologia che permette di utilizzare in maniera euristica i touch-screen era stata registrata da Apple nel 2008 e ottenuta nel gennaio del 2009 (brevetto n° 7,479,949). Nel dettaglio si tratta di ben venti rivendicazioni, tutte riguardanti diverse specifiche tecniche del multitouch. A quanto pare, dunque, qualcuno era arrivato prima del colosso di Cupertino. Apple, tra l'altro, aveva anche cercato invano di ottenere l'esclusiva sul nome di questa tecnologia.

Per la gioia della concorrenza - Una decisione che non può che far piacere a Samsung impegnata in numerose querelle legali con Apple proprio in materia di multitouch. Il tentativo di ridimensionare multe e controversie, nonché quello di riappacificare le parti da parte del giudice Lucy Koh, non sembrano incontrare la volontà di Cupertino. Ma l’USPTO sembra arrivare in aiuto al colosso coreano. Ora bisogna aspettare l’eventuale ricorso da parte di Apple.

Non è detta l’ultima parola - La revoca del brevetto è stata resa nota da FOSS Patents e Florian Mueller, l’autore dell’articolo, tiene a precisare che la revisione e l'eventuale revoca di un brevetto non è un evento "eccezionale". Si tratta, però, per Apple, della seconda revoca dopo quella toccata a fine ottobre alla tecnologia “rubber band”, ossia quella dello scrolling a effetti elastico degli elenchi. (sp)

Ecco un "finto" sport del futuro iPhone 6

11 dicembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us