Innovazione

Apple batte Google nella musica online

Sarà disponibile da ogni postazione Internet.

Dopo i successi in ambito musicale, come iPod e iTunes, la società di Cupertino ha completato lo sviluppo su un progetto che permetterà di archiviare la propria musica su un server remoto: in questo modo si potrà usufruire delle nostre canzoni preferite da ogni luogo dotato di connessione ad Internet. Il servizio era anche nelle intenzioni di Google, battuta sul tempo, ed era già stato proposto recentemente da Amazon, anche se con alcune pecche.

Se Google è ancora nel pieno delle trattative con le case discografiche, Apple deve ancora accordarsi con una soltanto: per questo motivo si pensa che la cloud music di Cupertino verrà lanciata per prima; per quanto riguarda Amazon, i problemi non mancano. Il servizio, infatti, permette di salvare le canzoni classificandole come proprietà esclusive degli acquirenti: questo fatto collide con le strategie di marketing delle case discografiche, che, in questo modo, non guadagnerebbero nulla. Inoltre, ogni copia acquistata di una stessa canzone verrà salvata come se fosse diversa dalle altre, creando milioni di canzoni identiche tra loro. Apple ha affrontato questa situazione in maniera differente, creando, grazie alle licenze che possiede, una sola copia "master" usufruibile da tutti gli utenti che hanno acquistato quella determinata canzone. Questo significa maggiore velocità in termini di caricamento e maggiore quantità di spazio di archiviazione.

Le anticipazioni sono invitanti, staremo a vedere se il servizio riuscirà a spopolare come ogni prodotto Apple. (gt)

Scopri i 10 segreti di Apple

26 aprile 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us