Innovazione

Analisi del Blu Ray dalla fine dell'HD-DVD ad oggi

A circa tre anni dal fallimento del formato HD-DVD, unico concorrente della Sony e del suo Blu Ray, le major cinematografiche si sono affidate totalmente a questo nuovo formato. Vediamo nel dettaglio quali sono state le variazioni dalla conquista del monopolio ad oggi.

Il 19 febbraio 2008 Toshiba annunciava la fine del progetto HD-DVD e dichiarava allo stesso tempo la vittoria del formato Blu-Ray. Milioni di investitori hanno visto fallire un progetto inizialmente appoggiato da tantissime major cinematografiche e solo in un secondo momento abbandonato a sé stesso. Da quel giorno in poi la strada è stata spianata e la concorrenza azzerata totalmente per la Sony ed il suo raggio blu. Vediamo quindi cosa è successo al suo formato in questo breve riassunto degli ultimi tre anni di mercato.

Il Blu-Ray viveva il confronto con il suo rivale in maniera impari in quanto alcune tecnologie erano presenti solo nel formato HD-DVD, ma fortunatamente con le ultime implementazioni come il picture-into-picture, che permette ad esempio di visionare il vostro film preferito con affiancato il commento del regista, sono state perfezionate ed inserite ormai quasi in tutti i nuovi titoli. Questo naturalmente perché l’unico supporto HD presente in pratica sul mercato non può che vantare la totalità dell’appoggio da parte di sviluppatori e case cinematografiche. Il gap in pratica è stato superato postumo e per mancanza di validi concorrenti ed anche se ancora qualcuno inserisce nel proprio lettore un HD-DVD per godersi un Matrix o un Blade Runner la sensazione è comunque divenuta totalmente vintage.

Fortunatamente dal punto di vista del consumatore l’affermarsi di un unico formato ha permesso anche una distribuzione più rapida e capillare dello stesso ed il risultato è una vasta esposizione di Blu-Ray economici presenti in pratica in ogni grande centro di distribuzione.

Mancano ancora tuttavia moltissimi titoli che potrebbero essere definiti da molti “secondari” ma che determinano o meno l’affermazione complessiva del formato. Le vecchie produzioni italiane sono infatti ancora poche e vedere una edizione HD di un film di Troisi o di Alberto Sordi è un evento più unico che raro.

A noi consumatori e magari collezionisti non resta che attendere inermi che il mercato avanzi e magari concederci qualche breve “momento vintage”.

Mario De Rosa

22 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us