Sky Whale: la balena dei cieli

Un po' balena, un po' Shuttle: lo Sky Whale è l'avveniristico progetto per un grande aereo commerciale uscito dalla matita di un designer spagnolo. Ecco i suoi segreti.

Guarda i veri aerei XXL (perché non solo progettati) e gli aeroporti più strani del mondo

012834567911121514Approfondimenti
0

È così grande da far impallidire il grande Airbus A 380, capace di trasportare fino a 850 passeggeri: stiamo parlando dello Sky Whale, la balena dei cieli, l’avveniristico aeroplano uscito dalla penna del designer spagnolo Oscar Vinals.

Al momento è soltanto un progetto, avveniristico e per certi aspetti controverso. Solcherà mai i nostri cieli? Difficile dirlo: le tecnologie necessarie per la sua realizzazione, al momento, pur essendo disponibili sono ancora molto costose e ne renderebbero anti economica la costruzione.

1

Con 3 ponti, uno in più dell’A380, dedicati ai passeggeri, lo Sky Whale sembra la versione commerciale di un grande Space Shuttle.
«Può ospitare fino a 750 persone in poltrone grandi e comode come quelle di un teatro», assicura Vinals in un intervista alla BBC.

L'aereo del futuro secondo Airbus

2

I più fortunati, e facoltosi, potranno viaggiare sul ponte superiore, in una primissima classe con il tetto trasparente e ogni tipo di comfort immaginabile.

Aerocraft: il velivolo ecologico di domani, così simile a quelli dell'altroieri

8

Alimentato da una propulsione ibrida termico elettrica, questo gigante dei cieli è dotato di numerose soluzioni tecnologiche che contribuiscono a renderlo particolarmente amico dell’ambiente: dalle ali retrattili, che consentono di massimizzare l’aerodinamicità, ai motori che possono ruotare di 45° così da consentire decolli e atterraggi in spazi ristretti.

Volare negli States in soli 50 minuti? Sì, dal 2050.

3

Per contenere i consumi, nelle fasi di decollo e atterraggio viene impiegata solo la propulsione elettrica.

Come voleremo tra 15 o 20 anni? Scoprilo qui.

4

I motori e le batterie sono alimentati da una turbina alloggiata all’interno delle ali, che funziona come una grande e potentissima dinamo.

Che sensazioni prova un pilota supersonico?

5

Il tetto dello Sky Whale è ricoperto da pannelli fotovoltaici ad alta efficienza di forma esagonale in grado di produrre, a impatto zero, una parte dell’energia necessaria all’apparecchio.

Super Guppy: il gigantesco cargo della NASA

6

L’intero velivolo è progettato per offrire il massimo comfort ai passeggeri: Vinals ha dedicato particolare attenzione ai flussi dell’aria all’esterno del suo aereo per ridurre le vibrazioni e il rumore.

Le ali di Icaro: la storia di un sogno.

7

Le ali dello Sky Whale, pur se in grado di sopportare sollecitazioni molto intense, sono progettate per staccarsi in caso di incidente, così da ridurre i danni ai passeggeri.

9

Per rendere questo aereo amico dell’ambiente occorre utilizzare ogni accorgimento utile per abbassare i consumi di carburante e contenere le emissioni di CO2: per questo Vinals ha previsto un largo impiego di ceramica, carbonio, leghe sintetiche e altri materiali superleggeri.

Gli aeroporti più strani del mondo

11

Solcherà mai i nostri cieli? Difficile dirlo: le tecnologie necessarie per la sua realizzazione, al momento, pur essendo disponibili sono ancora molto costose e ne renderebbero anti economica la costruzione. Lo scenario potrebbe però cambiare rapidamente nel giro di qualche anno.

12

L’idea di un aereo uscito dalla matita di un designer piuttosto che dai calcoli degli ingegneri è stata accolta con favore anche dagli addetti ai lavori, che ora dovranno valutare la fattibilità tecnica del progetto secondo.
Secondo Michael Jump, docente di tecnologie aerospaziali all’Università di Liverpool, saranno gli esperti dell’industria a dover tradurre in equazioni questa idea visionaria.

15

La forma piatta dello Sky Whale non ha però convinto tutti: Mark Drela, professore di aeronautica al MIT, spiega alla BBC come la forma cilindrica delle fusoliere adottata ormai da decenni dall’industria aeronautica non sia una scelta di design, ma tecnologica: è infatti la forma che consente di mantenere nel modo più efficiente possibile la pressione atmosferica all’interno della cabina quando l’apparecchio si trova ad altitudini elevate.

14

«Per lo stesso motivo i batiscafi hanno tutti sezione circolare e non quadrata» spiega Drela, “è la forma che ottimizza resistenza alla pressione e leggerezza della struttura”.

È così grande da far impallidire il grande Airbus A 380, capace di trasportare fino a 850 passeggeri: stiamo parlando dello Sky Whale, la balena dei cieli, l’avveniristico aeroplano uscito dalla penna del designer spagnolo Oscar Vinals.

Al momento è soltanto un progetto, avveniristico e per certi aspetti controverso. Solcherà mai i nostri cieli? Difficile dirlo: le tecnologie necessarie per la sua realizzazione, al momento, pur essendo disponibili sono ancora molto costose e ne renderebbero anti economica la costruzione.