Innovazione

Adobe scalza Apple e introduce Flash su iOS

Massima ottimizzazione di batteria e CPU

Uno dei principali difetti dei dispositivi iOS ideati, creati e commercializzati da Apple è certamente la mancanza di un supporto Flash ma dopo anni di attesa arriva finalmente una fantastica novità.I possessori di smartphone Android o Windows Phone sorrideranno certamente a questa notizia che per loro sembra assurda e che nel passato ha fatto certamente perdere qualche cliente al team di Jobs. Adobe, probabilmente stanca del continuo rifiuto da parte di Apple, ha trovato un modo per introdurre il supporto Flash sui dispositivi iOS attraverso il nuovo Adobe Flash Media Server 4.5 e Adobe Flash Access 3.0.

In pratica Adobe ha ideato un sistema che consente di non rallentare il dispositivo caricandolo di informazioni e di non scaricare la batteria basato sul Flash Media Server 4.5 che gli editori possono sfruttare per portare i contenuti Flash anche sui dispositivi iOS.

L’applicazione riconfeziona i contenuti in tempo reale cambiando il protocollo adattandosi al dispositivo richiedente.In poche parole Flash Media Server 4.5 consente di ricevere il contenuto Flash direttamente sul browser Safari senza intaccare all’inverosimile le prestazioni del processore e la durata della batteria. La buona notizia è che Adobe ha già reso disponibile Flash Media Server 4.5 per gli editori ma il suo costo non è dei più accessibili, infatti per l’acquisto dovrete sborsare 4.500 dollari. (ga)

I dieci migliori anti-iphone del 2011

12 settembre 2011 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us