Innovazione

Inventato un adesivo commestibile per chiudere le piadine

Quattro studentesse statunitensi hanno inventato un adesivo commestibile che serve a chiudere un burrito (o una piadina) per evitare che gli ingredienti fuoriescano al primo morso.

Stanchi che metà del contenuto del kebab o della piadina che addentate finisca sul piatto (o peggio, sui pantaloni)? La scienza ha una soluzione: si tratta di un nastro adesivo commestibile che permette di chiudere la pasta di burrito, kebab e piadine in modo che carne e salse non fuoriescano più al primo morso. L'invenzione, opera di un gruppo di studentesse di ingegneria chimica e biomolecolare dell'Università John Hopkins, è stata presentata lo scorso 3 maggio all'Engineering Design Day, una giornata che l'istituto dedica a presentare gli innovativi progetti dei propri allievi.

Eureka! L'idea di Tastee Tape (questo il nome delle strisce adesive edibili) nasce in pausa pranzo, quando a una delle quattro studentesse cade addosso l'intero contenuto del burrito che stava mangiando: «In quel momento le venne un'illuminazione, e capì che quello era un problema che potevamo risolvere», racconta alla CNN Tyler Guarino, una delle inventrici.

Inventrici Tastee Tape
Tre delle quattro inventrici del Tastee Tape: in mano, da sinistra a destra, un burrito "fissato" con l'adesivo edibile, le strisce adesive tinte di blu prima di essere applicate e un burrito con l'adesivo ben visibile. © Johns Hopkins University

Di cosa è fatto? La composizione precisa del Tastee Tape è ancora un segreto, perché è in corso la richiesta di brevetto. Dalla presentazione ufficiale si evince però che si tratta di adesivo organico unito a una struttura fibrosa commestibile.

«Abbiamo testato 50 differenti formule prima di trovare quella corretta», racconta Guarino. Per attivarne le proprietà adesive, Tastee Tape dev'essere immerso nell'acqua per qualche istante: una volta applicato si asciuga, mantenendo saldi i due lembi del burrito, del kebab o della piadina e impedendo agli ingredienti di uscire.

Tastee Tape
Questo è Tastee Tape: a sinistra come appare nella realtà (trasparente), a destra tinto di blu per essere visibile. © Johns Hopkins University

Quanto costa? Produrre un pezzettino di Tastee Tape costa un centesimo di dollaro: secondo le quattro studentesse, un pacchetto da 50 pezzi potrebbe essere venduto a cinque dollari, con un profitto del 900% (senza considerare, però, i costi di manifattura e imballaggio). 

In futuro Taste Tape potrebbe diventare un biadesivo, utilizzabile così in altri piatti, o anche un adesivo aromatizzato a diversi gusti, per dare ai cibi dei sapori diversi.

10 giugno 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us