7 prodotti che usiamo, nati con uno scopo diverso

Cosa hanno in comune Viagra, Pluriball, Post-it, Kleenex, colluttorio, corn flakes, e disinfettante? Il modo in cui li usiamo oggi non era quello previsto dai loro inventori.

Pluriball come tapezzeria. Avete presente i fogli con le bolle usati per imballare e per evitare che il contenuto dei pacchi si rompa? Si chiamano pluriball e furono inventatio nel 1957... come una pregiata carta da parati. Alfred W. Fielding e Marc Chavannes sigillarono due tende da doccia insieme, facendo sì che si formassero bolle d'aria tra di loro. Poi tentarono di vendere l’idea a una clientela ricca, come morbida carta per le loro pareti. Ma nessuno ci cascò: gli americani, per quanto sensibili alle novità non volevano muri fatti di pluriball. Ai due inventori non rimase che provare a venderlo prima come isolante e poi, finalmente nel 1960, come materiale per imballaggio.

Corn Flakes contro la masturbazione. John Kellogg e suo fratello Will, prima di darsi alla produzione di corn flakes per la colazione erano medici e gestivano un sanatorio. Dei due John era il più religioso e conduceva una personalissima battaglia contro la deriva dei costumi sessuali degli americani. Ce l’aveva soprattutto con la masturbazione, che secondo lui era agevolata anche da un’alimentazione a base di carne, spezie e zuccheri. Da qui l’idea di combatterla attraverso la diffusione di un alimento come i fiocchi di cereali. Ma suo fratello Will, che aveva un senso più spiccato degli affari, pensò che fosse un bene aggiungervi lo zucchero e farne un prodotto di largo consumo. John non la prese bene e gli fece causa: lo zucchero, infatti, a dir suo induceva strane voglie nei consumatori. Ma… perse.


Leggi anche:

Colluttorio per la puzza di piedi. Il colluttorio Listerine è stato inventato 133 anni fa. La sua prima specializzazione fu quella di antisettico chirurgico a cui seguirono quella di cura per la gonorrea o… per i piedi sudati. Nei primi anni del '900 è stato invece commercializzato come additivo rinfrescante per sigarette, come cura per il comune raffreddore e, dulcis in fundo, come trattamento anti-forfora. È stato solo nel 1920 che il liquido battericida ha finalmente trovato la sua strada più redditizia come una cura magica per l'alito cattivo.

Kleenex come maschere antigas. I kleenex che conosciamo oggi sono parenti stretti dei fazzoletti di cellulosa che la Kimberly-Clark fornì all'esercito americano, come filtro per le maschere antigas. L’idea di usare un tale tessuto assorbente per la pulizia, è venuta dopo la Prima guerra mondiale. Il primo utilizzo non militare dei kleenex, nel 1925, fu per aiutare le donne americane a struccarsi (all'epoca utilizzavano una sostanza grassa chiamata crema fredda per rimuovere il trucco con un asciugamano). Fu un ricercatore della società colto da un attacco da febbre da fieno anni dopo a scoprirne l’utilità come fazzoletti usa e getta.

Viagra per il cuore. Il Sildenafil (o come è commercialmente conosciuto, Viagra) è un principio attivo che in origine avrebbe dovuto essere utilizzato contro l'ipertensione, l’angina, e altre malattie del cuore. Ma già dalla prima fase di sperimentazione sui pazienti, il farmaco dimostrò di avere effetti relativamente deboli sul cuore e un fortissimo effetto collaterale sui pazienti maschi: erezioni, erezioni, erezioni. Per questo i ricercatori (e soprattutto gli esperti di marketing della Pfizer, l'azienda farmaceutica che aveva scoperto il Sildenafil) decisero di impiegarlo come trattamento per la disfunzione erettile.

Post-it come colla… spaziale. Nel 1968, Spencer Silver, un ricercatore della 3M stava lavorando per creare un adesivo superforte per l'industria aerospaziale. I risultati furono molto deludenti. Anzi, Silver era riuscito a creare proprio il contrario: un adesivo estremamente debole, ma comunque sensibile alla pressione. Anni dopo, un altro dipendente della 3M, Arthur Fry, utilizzò l'adesivo per mettere dei segnalibri negli spartiti che usava per cantare e suonare in chiesa. L'idea venne poi sfruttata commercialmente e si può dire che il post-it, uscito sul mercato nel 1970, nacque così… un po' per sbaglio, un po’ per caso.

Lysol come contraccettivo. Il nome Lysol forse non vi dice molto, ma negli Stati Uniti è un famoso detersivo per la casa. L’idea di usare un potente disinfettante per ambienti come sapone intimo oggi ci farebbe orrore, eppure c’è stato un tempo in cui a suggerirlo era proprio la pubblicità: è accaduto proprio con il Lysol, che nei primi anni del '900 era reclamizzato come spermicida, con la promessa di essere una forma efficace di controllo delle nascite. Non solo non era vero, ma l’uso topico del Lysol era anche pericoloso: solo nel 1911, ci furono 193 casi di avvelenamento da disinfettante e cinque morti tra le donne che lo avevano usato in modo improprio.

Pluriball come tapezzeria. Avete presente i fogli con le bolle usati per imballare e per evitare che il contenuto dei pacchi si rompa? Si chiamano pluriball e furono inventatio nel 1957... come una pregiata carta da parati. Alfred W. Fielding e Marc Chavannes sigillarono due tende da doccia insieme, facendo sì che si formassero bolle d'aria tra di loro. Poi tentarono di vendere l’idea a una clientela ricca, come morbida carta per le loro pareti. Ma nessuno ci cascò: gli americani, per quanto sensibili alle novità non volevano muri fatti di pluriball. Ai due inventori non rimase che provare a venderlo prima come isolante e poi, finalmente nel 1960, come materiale per imballaggio.