Innovazione

7 cose piccole e grandi che si possono fare con un aereo

Con un relitto di 737 si possono fare mobili, hotel, pavimenti, biblioteche... Ecco come, faticosamente, si riciclano gli aerei.

Si calcola che entro il 2020 dovranno essere dismessi almeno 12.000 aerei. A cui, secondo la Aircraft Fleet Recycling Association, ne andrebbero aggiunti almeno altri 2-3.000, letteralmente abbandonati in vari paesi del mondo (soprattutto in quelli in via di sviluppo). Che cosa ce ne facciamo di tutti questi giganti del cielo? Se alcuni pezzi, soprattutto componenti dei motori, possono essere utilizzati su altri aerei, per i rottami c'è chi ha trovato soluzioni molto creative.

1. Mobilia
La MotoArt ha fatto del riciclo di pezzi degli aerei un business milionario trasformandoli in arredamento: tavoli, credenze, persino letti. Mentre i "carrelli" che hostess e steward utilizzano per portare le bibite sono il pezzo forte di un'azienda tedesca, che li restaura e li vende come preziosi accessori per la casa.

2. Pavimenti
A differenza dell'alluminio usato per le lattine, completamente riciclabile, quello degli aerei è composto di leghe che lo rendono particolarmente robusto e per questo difficilmente riciclabile. La Ecoverings però ci è riuscita, trasformandolo in bio-luminum che può essere usato per piastrellare i pavimenti e per il bagno (da pulire poi con un detergente per i metalli). Ogni piastrella è facilmente tagliabile e applicabile con uno strato di silicone.

3. Barche
Il materiale degli aerei si presta a essere utilizzato anche per la navigazione. Certo, la forma della Cosmic Muffin, una nave passeggeri che opera nelle acque della Florida (Usa), creata riciclando il Boeing B-307 di Howard Hughes, è curiosa.

4. Case e hotel
La Wing House di Malibù in California di David Hertz (video in basso) ne è l'esempio più famoso: una casa costruita con pezzi di un aereo, a cominciare dal tetto formato dalle ali dello stesso aereo.



Ma ci sono anche gli hotel, come il Costa Verde, in Costa Rica, che ha preso un vecchio Boeing 727 e l'ha trasformato in una suite… sull'albero. A Stoccolma hanno fatto lo stesso con un Boeing 747, il Jumbo Stays. La differenza è nel paesaggio e nei prezzi: l'hotel jumbo di Stoccolma è infatti un ostello per viaggiatori low budget.

5. Reef (artificiali)
L'utilizzo più ecologico dei rottami degli aerei è quello che ne ha fatto la Artificial Reef Society of British Columbia: l'aereo, un boeing 737, è diventato un reef artificiale che ora ospita 100 specie di creature che di solito popolano la barriera corallina (la ARS utilizza anche vecchie navi a questo scopo).

6. Borse
Anche le cinture di sicurezza possono tornare utili: l'australiana Rush Faster si è specializzata nella realizzazione di borse per notebook e computer che al posto della tracolla hanno una resistente cintura di sicurezza riciclata.

7. Biblioteche e tram
E se la fusoliera di un aereo ospitasse scaffali di libri? Certo per una biblioteca come si deve ce ne vorrebbero almeno 200, secondo gli architetti della Lot-Ek che hanno presentato il progetto a Città del Messico. "La fusoliera - si legge sul loro progetto - è l'unica parte di un velivolo che non può essere effettivamente riciclata. Il costo della sua demolizione è superiore al profitto di rivendita di alluminio. Pertanto, una quantità enorme di fusoliere giaceva scartato nei deserti degli stati occidentali. Boeing 727 e 737 sono storicamente gli aerei commerciali più venduti e quindi il più comune in questi "cimiteri". E vengono venduti a prezzi molto bassi, completamente vuoti ma in ottime condizioni strutturali". Per ora è solo un'idea, così come il progetto della Sky Tram di trasformare i vecchi aerei in disuso in avveniristiche metropolitane… volanti. In questo caso la destinazione d'uso cambia davvero poco.
16 ottobre 2013 Eugenio Spagnuolo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us