Innovazione

Il computer che capisce le smorfie

Un sistema di riconoscimento facciale identifica il significato delle espressioni degli utenti e le trasforma in comandi per PC e altri dispositvi elettronici. (Alessandro Bolla, 1 luglio 2008).


Una recente invezione messa a punto da uno studente dell’Università della California potrebbe presto rivoluzionare il modo di interagire con il computer: niente mouse o tastiere ma solo qualche boccaccia permetteranno di controllare pc e altre apparecchiature elettroniche.
La geniale idea è venuta a Jacob Whitehill che ha realizzato un dispostivo capace di leggere le espressioni del volto di un essere umano e modificare, in base al loro significato, la velocità di riproduzione di un videoregistratore.
Il sistema progettato da Whitehill è in grado di riconoscere un’espressione di stupore o di confusione sul volto di un allievo che sta guardando un video didattico e riproporgli, magari a velocità ridotta, gli ultimi passaggi della lezione. Le ricerche condotte dallo stesso inventore hanno appurato come, nella maggior parte delle persone, l’esposizione a contenuti difficili sia accompagnata da una minor frequenza del battito di ciglia.
Le applicazioni pratiche di questo prototipo sono molte: non solo sistemi di insegnamento a distanza davvero interattivi e capaci di adeguarsi alle esigenze degli utenti, ma soprattutto applicazioni informatiche ed elettroniche per i disabili.
Le ricerche di Whitehill ora punteranno a perfezionare il dispositivo così da permettere il riconoscimento naturale di altre espressioni facciali da associare ad altri comandi.

1 luglio 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us