Tutto in un granello

Quanti libri vedete in questa foto? Uno? Sbagliato! Davanti a voi ci sono ben due edizioni dell'Antico Testamento. A parte il volume ben visibile, l'altra Bibbia è nascosta in quel granello sulla...

afp_000_dv500486_web
Il chip dell'istituto israeliano Technion contenente l'intera Bibbia ebraica.
Quanti libri vedete in questa foto? Uno? Sbagliato! Davanti a voi ci sono ben due edizioni dell'Antico Testamento. A parte il volume ben visibile, l'altra Bibbia è nascosta in quel granello sulla punta del dito. Un microchip di mezzo millimetro quadrato sul quale gli scienziati dell’istituto israeliano Technion hanno inciso, con l’aiuto della nanotecnologia, le oltre 300 mila parole del testo sacro.
Certo per leggerlo ci vorrebbe un miracolo, o almeno una lente d’ingrandimento: la Bibbia più piccola del mondo misura meno di una capocchia di spillo. Ma la chiarezza non è il suo scopo principale, è stata realizzata per avvicinare i giovani allo studio delle nanotecnologie.
Scopri tante altre curiosità sul nanomondo

[E. I.]
25 Giugno 2009 | Elisabetta Intini