Innovazione

Volare come Superman a emissioni zero: arriva Puffin, l'aereo del futuro

Librarsi in aria dal cortile di casa. Volare a pancia in giù come supereroi, sfrecciare silenziosi tra le nuvole e atterrare delicatamente davanti all’ufficio. Giusto in tempo per un caffè. Roba dell’altro mondo? Forse. Ma alla Nasa, ci stanno lavorando...

Prendete una tuta alare come quella di Yves Rossy, l’uomo volante. Aggiungete un piccolo abitacolo, sufficiente per una persona, e due efficientissimi motori elettrici. Condite il tutto con un po’ di fantasia e otterrete Puffin, il velivolo monoposto che potrebbe presto rivoluzionare il nostro modo di volare.
Ancora in (avanzata) fase di progettazione il nuovo gioiellino della Nasa, presentato due giorni fa al meeting dell'American Helicopter Society di San Francisco, sta già facendo sognare gli aspiranti Icaro di tutto il mondo.
Compatta nella forma (3,7 metri di lunghezza per 4,1 di apertura alare) e leggerissima (135 chili più 45 di batteria), quest’aeromobile in fibra di carbonio non ha infatti niente a che vedere con gli elicotteri ultraleggeri che già conosciamo. Somiglia più che altro a un aliante, e si pilota a pancia in giù, alla maniera dei supereroi.

In piedi da solo. Quando è a riposo, Puffin si regge in piedi con le sue "gambe": 4 arti meccanici estraibili che in fase di atterraggio si aprono attutendo l’impatto al suolo.
Ma al momento del decollo si trasforma: gli arti si chiudono, i flap si aprono e l’aircraft si alza in volo verticalmente come uno Shuttle, per poi inclinarsi in orizzontale una volta in quota.
Guardalo in azione:



Come una scheggia.
A questo punto però è essenziale che il pilota non soffra il mal d’aria: alimentato a propulsione elettrica, Puffin è infatti tutt’altro che un "lumacone": ha una velocità di crociera di 240 chilometri all’ora, ma può sfiorare i 480 in fase di accelerazione.
E a differenza dei velivoli a combustione, può raggiungere i 9150 metri di altitudine senza temere l’aria rarefatta (ad alta quota infatti, la quantità di ossigeno presente nell’aria diminuisce).

In sintesi

"Puffin" in inglese, significa pulcinella di mare (gen. Fratercula), un uccello piuttosto comune negli Stati Uniti. «Ne avete mai visto uno?» ha detto il coordinatore del progetto Mark Moore «quando sono al suolo sono molto buffi, con ali troppo piccole per volare. Esattamente come il nostro velivolo.
Inoltre, questi pennuti sono considerati amici dell’ambiente perché nascondono i loro bisogni, e noi lo siamo perché non abbiamo emissioni. Infine, i pulcinella vivono quasi sempre in solitudine, e il nostro è un veicolo per un solo passeggero».

Amico dell'ambiente. Ma soprattutto, Puffin non inquina. Poco più che uno "zainetto" a propulsione, è mosso da due motori elettrici efficienti al 95%, che se pur piccoli, generano una spinta impressionante: 60 cavalli sono sufficienti a sollevare una persona.
Quando lo vedremo sfrecciare sulle nostre teste poi, sarà 10 volte più silenzioso di un comune elicottero: produrrà un rumore di appena 50 decibel, il tono di una normale conversazione o di una lavapiatti. Insomma, l’ideale per compiere missioni militari segrete come salvataggi e ricognizioni in volo del territorio.
Pensati in origine per decollare dai sottomarini dell’esercito americano, i Puffin militari saranno pressoché indistruttibili: «La prossima generazione di Puffin potrebbe avere più di una coppia di propulsori, in modo che l’aereo possa resistere anche nel caso un motore sia messo ko da uno sparo, o da un uccello» ha detto Mark Moore, coordinatore del progetto presso il Langlay Research Center della Nasa.

Super affidabile. E la sicurezza? A vederlo in azione, il pensiero sorge spontaneo: "Io, lì a pancia in giù, non ci salgo!". In realtà assicurano gli esperti, Puffin sarà ultrasicuro. Dotato di molti meno "pezzi" rispetto agli elicotteri tradizionali, potrà perdere parti di entrambi i motori completando comunque il volo in tutta sicurezza. Tanto che gli scienziati stanno già fantasticando su una sua commercializzazione di massa: sedili più comodi, vano porta tazza da tè e via... altro che scooter!

Autonomo ma non troppo. Unico neo del velivolo, la batteria. Quella di Puffin, al litio, ha un’autonomia di circa 80 chilometri: un po’ pochini, per un volo che si rispetti.
Ma gli ingegneri della Nasa assicurano di poterla portare a 320 entro il 2017. Nel frattempo, potremo goderci una piccola anteprima: a marzo infatti, uscirà un prototipo del velivolo, grande un terzo dell’originale.

Non perderti lo slideshow dedicato ai signori dell'aria
Guarda anche fantastiche foto con le ali e il video del volo dei pulcinella di mare

22 gennaio 2010 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La forza sovrumana del lottatore greco Milone, i pugni di acciaio di John L. Sullivan, la determinazione di Alfonsina Strada nel voler partecipare, unica donna, al Giro d’Italia... I personaggi che si sono distinti nel mondo dello sport sono ovviamente tantissimi. A chi dare spazio, in occasione delle Olimpiadi? Scopritelo in edicola.

ABBONATI A 29,90€

I comportamenti, le regole, i codici e l'organizzazione del mondo vegetale. In più: gli strascichi della long Covid, l'importanza degli abbracci e alla scoperta di Abel, un androide dell’Università di Pisa nato per interagire con noi umani.

ABBONATI A 29,90€
 
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola.
ABBONATI A 29,90€
Follow us