Digital Life

Zynga in perdita! Social gaming già in crisi?

Il social gaming è già in crisi?

Chi non conosce giochi “casual” come FarmVille, CityVille o Empires & Allies. E tutti sappiamo quanto sono di moda su Facebook. Ebbene, nonostante i record, c’è chi si interroga se questo modello di business del social gaming sia già in crisi...

“Zynga perde 150 dollari per ogni nuovo giocatore pagante!”

Nei mesi scorsi, chi si interessa di videogiochi, si è interrogato più volte sul futuro del settore. Il motivo? Era impossibile ignorare le cifre da capogiro con cui i grandi publisher si sono contesi gli sviluppatori di videogiochi casual.

È impossibile dimenticare, infatti, i 275 e i 750 milioni di dollari sborsati da Electronic Arts per accaparrarsi rispettivamente Playfish e PopCap Games, oppure i 563 milioni di dollari investiti in Playdom da Disney che, nel frattempo, staccava anche un assegno da 4 miliardi di dollari per Marvel. Aspettatevi, quindi, a breve novità su Facebook.

Zynga è una delle software house di maggior successo in ambito social, creatrice di un titoli di richiamo planetario come Farmville, che solo l’anno scorso ha acquisito ben 14 piccoli sviluppatori. Ebbene, è tutto oro quel che luccica?

Secondo l’analista Sterne Agee «stanno facendo di tutto per acquisire nuovi clienti». E Zynga, in effetti, «nel trimestre relativo al mese di settembre ha conquistato 3,4 milioni di utenti paganti, rispetto ai 3 milioni di fine dicembre 2010. E per acquisire 400,000 nuovi consumatori ha speso, però, la bellezza di 120 milioni di dollari». In parole povere significa che ogni nuovo consumatore è costato a Zynga circa 300 dollari. Il problema è che ogni giocatore spenderà in media solo 150 dollari nei 12-15 mesi di attività prevista.

«Non potranno andare avanti così molto a lungo», sostiene Agee sottolineando però che il problema non riguarda solo Zynga ma tutto il settore del social gaming in costante perdita. «Con il passare del tempo le persone si stanno accorgendo che i browser game si somigliano un po’ tutti e di conseguenza passano da un gioco all’altro senza investire chissà quanto tempo, o soldi, nei singoli prodotti".

Sterne Agee prevede un ulteriore calo nei prossimi 12-15 mesi. Andrà davvero così? (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

LE TOP GALLERY DI JACK

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

23 gennaio 2012 Stefano Silvestri
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us