Digital Life

Wikipedia deve cambiare. Ecco come...

Le novità arriveranno nel 2013.

di
La più grande enciclopedia gratuita della storia non vive un buon momento. Il software è obsoleto e scomodo, e gli autori fuggono altrove. Lo staff corre ai ripari e cambia interfaccia.

"L'interfaccia autore di Wikipedia è ferma al 2002"

Dove andrà Wikipedia -

Wikipedia perde autori

migrano verso altri progetti

Cambiamenti in vista - Per questo motivo Brandon Harris, senior designer della Wikimedia Foundation, ha annunciato che presto Wikipedia cambierà. E saranno cambiamenti profondi, sia lato autore sia da quello utente. Per gli autori arriveranno un software più moderno e comodo per inserire i contenuti, un sistema di notifiche in tempo reale per le correzioni e i suggerimenti, la possibilità di lavorare ai propri articoli da piattaforme mobile, tablet compresi.

Nuova grafica - Nel pacchetto dei cambiamenti annunciato da Harris c'è anche una nuova grafica per gli utenti che leggono gli articoli. Più spazio ai contenuti, sia al testo che a foto e video, e un sistema di navigazione più moderno e gradevole da usare e guardare.

Wikipedia non è Faceboook - Con tutti questi cambiamenti indirizzati a migliorare il contatto e la conversazione tra gli autori, al fine di incrementare la quantità e la qualità degli articoli, sono in molti a pensare che Wikipedia potrebbe trasformarsi in un social network a numero chiuso e riservato allo staff e agli autori. Brandon Harris rigira la frittata: «I Wiki sono motori software collaborativi, il che li rende per definizione dei social software o dei social network. Quello che ci rende differenti da altri social network è lo scopo. Siti come Facebook e Twitter servono a creare connessioni tra le persone, ma noi siamo motivati a produrre qualcosa: la più grande enciclopedia mai esistita. Per farlo, dobbiamo connettere le persone con gli argomenti ai quali sono interessati». (sp)

14 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us