Digital Life

Wikileaks è da Nobel per la Pace

Julian Assange paladino della libertà di espressione.

Wikileaks figura tra i candidato al Nobel per la Pace 2011. La proposta arriva dal parlamentare norvegese Snorre Valen che, tra le motivazioni, cita il ruolo svolto dal sito fondato da Julian Assange a favore della libertà di espressione.

“Wilikeaks è il paladino della libertà di espressione e della trasparenza nel XXI secolo”

Candidature record - Il Comitato del premio Nobel rivela che quest’anno le candidature al Nobel per la pace hanno battuto ogni record: ben 241 divise tra 188 persone e 53 organizzazioni. Nell’elenco figurano la militante russa per i diritti umani Svetlana Gannouchkina, i tre ideatori della Rete (Larry Roberts e Vint Cerf e il britannico Tim Berners-Lee), e alcune personalità collegate alle rivolte in corso in tutto il mondo arabo, in special modo Tunisia, Egitto e Libia. E c’è pure Wikileaks, il controverso e discusso sito fondato da Julian Assange.

Libertà di espressione - Se l’organizzazione del Nobel mantiene rigorosamente nell'anonimato i nomi dei candidati, non sono tenuti a farlo chi li ha proposti. Ed è il caso proprio di Wikileaks e del suo “padrino”, il parlamentare norvegese Snorre Valen. Il parlamentare ritiene Wikileaks un “candidato naturale” per il premio Nobel della Pace per aver svelato al mondo informazioni sui crimini di guerra, sulla corruzione e sull’abuso dei diritti umani nel mondo. “Wilikeaks” - sempre secondo Valen - “ha fornito uno dei maggiori contributi alla libertà di espressione e alla trasparenza nel XXI secolo”.

Adriana Lima: voglia di vacanza. Guarda la gallery!

2 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us