Digital Life

Vittoria contro lo spam: - 82% dal 2010

Record negativo di spam dal 2008.

Lo spam resta il flagello del Web, ma rispetto al luglio dello scorso anno la situazione è decisamente migliorata grazie al colpo mortale inflitto a Rustock, la più grande botnet per l’invio di email spazzatura. Lo rivela il rapporto di Symantec Intelligence Report di giugno.

“È il livello più basso di spam dal novembre 2008”

Meno spam per tutti - C’è meno spam rispetto a un anno fa ed è già una buona notizia. Basta uno sguardo al grafico Symantec dell’anno scorso per capire a colpo d’occhio che la situazione posta spazzatura è migliorata. Se infatti nel mese di giugno del 2010 sono stati inviati 225 miliardi di email spam, nel giugno di quest’anno il loro numero è sceso a circa 40 miliardi facendo segnare una diminuzione di ben l’82,22%. Si tratta, tra l’altro, dei livelli più bassi di spam dal novembre 2008 quando venne chiuso McColo, un Internet provider californiano che ospitava una serie di botnet. E anche in questo caso la riduzione delle email spazzatura è dovuto al colpo mortale inflitto a Rustock, la più grande botnet degli ultimi anni.

Botnet più insidiose - È una vittoria, anche se purtroppo lo spam resta ancora una delle peggiori piaghe del web. Purtroppo, però, distrutta una botnet - la rete di computer sfuggiti al controllo dei proprietari per colpa di un malware - ne spuntano fuori altre dalle sue ceneri com’è il caso della rete TDL-4 che, secondo dei laboratori Kaspersky, sarebbe virtualmente indistruttibile: ha già infettato oltre 4,5 milioni di computer in tutto il mondo mettendo radici talmente profonde che né il sistema operativo né gli eventuali antivirus riescono a rilevare la sua presenza. (pp)

Silvia Ponzio

4 luglio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us