Digital Life

Video live su web, ma senza PC

Per realizzare la tua web tv.

Sempre più spesso ci capita di assistere a trasmissioni video in diretta tramite Internet, e a qualcuno potrebbe essere venuta la voglia di realizzare la propria web TV. Oggi esiste un dispositivo che permette di effettuare lo streaming video in tempo reale senza dover ricorrere a un computer e a complicati software per la codifica e la trasmissione del video. È Live Shell, prodotto dall’azienda giapponese Cerevo, che si collega a una fonte video tramite l’ingresso HDMI oppure quello analogico. Cerevo aveva già lanciato nel maggio del 2010 una videocamera con le stesse funzioni, la Live Camera, ma grazie al Live Shell ognuno potrà ora utilizzare la propria cinepresa.

“La funzione di streaming video del Live Shell sfrutta Ustream, un portale web utilizzato da oltre due milioni di utenti”

La funzione di streaming video si appoggia al portale Ustream, che attualmente è utilizzato da oltre due milioni di utenti che ogni giorno pubblicano sul sito oltre 50.000 ore di video in diretta.

Il Live Shell può agganciarsi alla videocamera tramite la slitta accessori solitamente presente sulla parte superiore, oppure può essere montato su di un cavalletto; è alimentato da due normali batterie stilo in grado di fornirgli un’autonomia di funzionamento di circa tre ore, ma in alternativa può essere collegato alla rete elettrica per supportare streaming di lunga durata.

Il collegamento a internet avviene invece tramite l’interfaccia di rete Ethernet integrata, ma è possibile anche stabilire una connessione wireless utilizzando il modulo Wi-Fi opzionale da inserire alla porta USB di cui il Live Shell dispone.

La configurazione del sistema di trasmissione dev’essere però effettuata tramite un dispositivo esterno, collegato a internet. Può essere utilizzato un qualsiasi PC, ma anche uno smartphone: il pannello di controllo del Live Shell è infatti accessibile tramite un browser web, e permette di controllare da remoto il sistema.

Il Live Shell di Cerevo supporta una risoluzione video massima di 480 linee, che può essere ridotta per garantire la trasmissione con collegamenti web non molto veloci. Alla massima qualità di streaming è infatti richiesta una larghezza di banda in upstream anche di 1,5 Megabit al secondo, raramente disponibile nelle connessioni Internet standard.

Il Live Stream sarà lanciato nel prossimo febbraio in USA e in Giappone, dove sarà venduto a un prezzo inferiore ai 300 dollari: una cifra tutto sommato più abbordabile per chi vuole realizzare la propria web TV senza preoccuparsi di complicati tecnicismi.

Fabio Bossi

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

20 gennaio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us