Digital Life

Un grande giorno per il giornalismo online

Le pubblicazioni web entrano nella storia.

“I giornalisti del Web vincono il premio Pulitzer”

È un momento storico per il giornalismo online, che vince il prestigioso premio Pulitzer. Anche se già dal 2006 sono ammesse al famoso premio le edizioni web dei quotidiani e dal 2008 possono partecipare le pubblicazioni che esistono solo online, questa è la prima volta che il Pulitzer viene vinto da inchieste effettuate da una di queste pubblicazioni.

I due vincitori del 2010 sono: Frank Fiore, un cartoonist della versione online del San Francisco Chronicle e Sheri Fink, una giornalista dell'associazione noprofit ProPublica.

Satira politica - Fiore ha vinto per i suoi cartoni animati di satira politica, che vengono pubblicati online dal giornale californiano da quasi una decade e sono diventati un cult per il lettore americano. Mentre Fink ha vinto con la cronaca dettagliata della situazione critica in un ospedale di New Orleans dopo l'uragano Katrina. Si tratta di un reportage investigativo sulle decisioni vitali e i risvolti legali, morali e deontologici, che i dottori e gli infermieri si trovano ad affrontare in situazioni di estrema emergenza.

Nuova frontiera del giornalismo - È la prima volta che il premio viene vinto da media che lavorano solo online e forse sarà la spinta per risollevare le sorti dell'editoria e del giornalismo, che vivono nel 2010 una profonda crisi, economica e non, in quasi tutto il pianeta.

E da noi? - Anche in Italia qualcosa si sta muovendo in questo settore: lunedì 12 aprile, presso il Circolo della Stampa di Milano, è stato presentato dalla neonata Unione Sindacale Freelance il primo portale italiano di giornalismo on demand. In pratica il giornalista propone un'inchiesta in autonomia, che viene illustrata sul sito e include il compenso che egli ha stabilito. L'inchiesta viene realizzata solo una volta che vengono raccolti i soldi necessari, che verranno spediti direttamente dai cittadini che hanno interesse a far luce sul dato argomento. Solo il tempo saprà dire se è questa la strada del giornalismo nell'era post 2.0.

13 aprile 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us