Truffe Facebook: uomini più ingenui delle donne

Gli uomini abboccano più delle donne secondo Bitdefender.

facebook-app-iphone_214597
|

Fotogallery - Le dieci migliori applicazioni per Facebook

 

Facebook è un campo minato e non puoi mai permetterti il lusso di abbassare un attimo la guardia. La fantasia dei cyber criminali non conosce limiti e ogni giorno salta fuori una nuova truffa a cui abboccano migliaia di utenti. Soprattutto uomini, secondo uno studio realizzato da Bitdefender, un produttore di software antivirus.

 

“Facebook in queste ore è letteralmente inondato da immagini a sfondo sessuale e scene di violenza”

 

Maschi più ingenui - Galeotta fu quella foto sexy. Sembra, infatti, che gli uomini siano delle facili prede quando la truffa si cela dietro a un’immagine intrigante. Uno studio realizzato da Bitdefender - azienda specializzata in sicurezza informatica - ha preso in esame un gruppo eterogeneo di 1.649 persone inglesi e statunitensi con una discreta infarinatura di sicurezza online. È saltato fuori che il 64,2% delle donne ha rifiutato le richieste di amicizia in arrivo da sconosciuti rispetto al 55,4 per cento degli uomini. Quando l’invito è accompagnato dalla foto di una bella ragazza gli uomini abbassano letteralmente la guardia e accolgono volentieri la “straniera” nella propria cerchia di contatti. Le donne, invece, anche di fronte a un bel fusto, continuano a dimostrarsi più vigili. Gli uomini tra l’altro, sempre secondo la ricerca, rendono il loro profilo accessibile nel 24,5% dei casi, mentre solo il 16% delle donne si concede a occhi indiscreti su Facebook. E il sesso forte è anche molto generoso nel fornire indicazioni sulla propria posizione tramite gli strumenti di geolocalizzazione: il 25,6% contro il 21,8% delle donne.

 

Truffe celebri - La maggiore disponibilità degli uomini sul social network li rende così più vulnerabili alle potenziali truffe e rischi online. Il merito va però anche all’ingegnosità dei cyber truffatori che ogni giorno se ne inventano una nuova. È passata alla storia la truffa su Lady Gaga morta in una camera d’albergo che è fruttata un mucchio di soldi in traffico Internet agli ideatori, oppure quella della finta Ikea che, in cambio di buoni sconto, chiedeva informazioni personali ai malcapitati clienti: un totale di 40.000 vittime. Negli ultimi giorni è molto in voga la truffa che mette in palio biglietti aerei della statunitense Southwest Airlines da pagare cashcon un bel furto di identità.

 

Porno dilagante - Sophos, altro produttore di software antivirus, mette invece in guardia sulla propagazione esponenziale in queste ore di immagini a sfondo sessuale, scene di violenza e di abusi su animali sul social più frequentato del mondo, a cui si aggiungono foto di personaggi famosi rielaborate in chiave porno. Com’è successo? Il filtro anti spam di Facebook ha fatto cilecca, e alla grande questa molta, e il malumore e l’indignazione degli utenti è alle stelle.

 

Silvia Ponzio

 

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

 

Su Jacktech.it trovi anche...

 

- Sogni i super poteri?

 

- Quando il sonno arriva… arriva

 

- Le sexy rivelazioni del 2012

 

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

 

15 novembre 2011