Digital Life

Space X ha lanciato i primi 60 satelliti (di oltre 4.000) per portare Internet ovunque

Parte la prima flotta di 60 satelliti di Starlink, il progetto di Elon Musk che ha l'obiettivo di portare l'accesso a Internet ad alta velocità in ogni punto del Pianeta.

Dopo tre rinvii, è arrivata... la volta buona: alle 4:30 (ora italiana) del 24 maggio il razzo Falcon 9 di Space X ha depositato su un'orbita a 440 chilometri di altezza (dunque poche decine di chilometri sopra la Stazione Spaziale Internazionale) i primi 60 satelliti della costellazione Starlink. Si tratta del primo passo di quella che potrebbe essere una rivoluzione nel campo della distribuzione di Internet a livello planetario.

Un razzo Flacon 9 è pronto sulla rampa di lancio per portare nello Spazio i primi 60 satelliti della costellazione Starlink che in una prima fase sarà costituita da 4.425 satelliti © Space X

Non i primi, ma i più veloci. I satelliti infatti voleranno a una quota più bassa rispetto a quelli che già formano una costellazione satellitare impiegata per questo scopo e saranno molto più veloci nello scambio di informazioni. Dopo le prove condotte l’anno scorso, il "boss" di Space X Elon Musk ha ottenuto l'ok dalla Federal Communications Commission (l'agenzia governativa americana che regolamenta le telecomunicazioni) al lancio di 4.425 satelliti per dare vita a questa nuova rete di comunicazioni ultraveloce.

Dovrebbe trattarsi a tutti gli effetti di una soluzione alternativa ai collegamenti in fibra ottica. Inoltre, in questo modo, si potrà offrire l'accesso a Internet anche a Paesi in via di sviluppo, proponendo prezzi concorrenziali rispetto a quelli delle soluzioni via cavo. Già per l’inizio del 2020 dovrebbero essere numerose le aree del Pianeta coperte da Starlink, mentre per la copertura completa del servizio bisognerà attendere il 2027.

Dopo aver stabilizzato i 4.425 satelliti, Musk prevede di portare la rete a 12.000 satelliti per ottenere un copertura mondiale senza precedenti.

23 maggio 2019 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us