Digital Life

Se le trappole per topi danno spettacolo

La spettacolare pubblicità della Pepsi che sta facendo il giro del web. Ma che cosa c'entrano trappole per topi e palline da ping pong con una bibita?

1.650 trappole per topi e 1.840 palline da ping pong: insieme alla creatività dell’agenzia pubblicitaria HarrimanSteel sono gli ingredienti di un incredibile fuoco artificiale di plastica che promuove la Pepsi Max. Il video di questa pazzesca reazione a catena è stato pubblicato sul web alla fine del 2014 e in pochi giorni ha fatto il giro della Rete.

Pubblicità o no? Ma che cosa c'entra una delle bibite più famose al mondo con palline da ping pong e trappole per topi? Tutto merito (o colpa?) di Internet e dei social network che negli ultimi anni hanno rivoluzionato il mondo della pubblicità, togliendo progressivamente spazio ai prodotti e puntando molto di più su spettacolarità, comicità e altre leve che spingono noi utenti a condividere questi contenuti con i nostri amici.

Video... atomico. È il native advertising, un tipo di pubblicità online nella quale i contenuti editoriali e quelli promozionali sono mescolati ed ibridati, pur rimandendo chiaramente distinguibili, con l'obiettivo di generare interesse negli utenti.

Questo video, per esempio, potrebbe essere utilizzato per spiegare cosa succede all'interno di un reattore nucleare quando si innesca una reazione a catena: bombardando con neutroni il nucleo di un atomo questo si "spacca" liberando altri neutroni che colpiscono altri atomi. È, in termini molto semplici, il processo di fissione.

Oppure il processo potrebbe spiegare la teoria del caos.

15 gennaio 2015 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us