Digital Life

Quoteresti i tuoi dati personali in borsa?

C'è chi difende la privacy e chi se ne frega.

di
Secondo Bernardo Huberman, uno dei manager di HP, dare un valore di mercato alle informazioni che ci riguardano sarebbe vantaggioso per tutti: sia per le aziende sia per (noi) utenti. E la privacy?

"I dati personali sono il bene più prezioso su internet, perché regalarli?"

Sono i dati che contano -

produrre in casa uno smartphone

differenza tra "Share" e "+1"

Microsoft, infine, ha appena lanciato il suo So.cl

Prendi i miei dati - Gli utenti del web, sull'argomento, si possono dividere in due grandi gruppi. Il primo è formato da coloro che sono gelosissimi della propria privacy e fanno di tutto per difenderla. E gli accorgimenti non mancano. Il secondo, al contrario, è costituito da persone che sanno benissimo che ogni "Like" è un attentato alla privacy, ma in buona sostanza se ne fregano.

La borsa o la privacy - E poi c'è Bernardo Huberman, direttore del Social Computing Research Group di HP, che ha in mente qualcosa di diverso: la borsa dei dati personali. Secondo Huberman, che insieme a Christina Aperjis ha scritto un paper scientifico su questa possibilità, la gente farebbe bene a prendere in considerazione l'ipotesi di vendere i gusti personali. Magari mantenendo inizialmente una forma di anonimato. Dando la possibilità agli utenti di un ospedale di vendere la propria cartella clinica togliendo il proprio nome, per esempio, si potrebbero migliorare i servizi offerti da altre strutture sanitarie concorrenti e tutto il sistema sanitario. Vendendo i dati del proprio navigatore satellitare GPS, invece, si potrebbero aiutare i sindaci a scegliere bene i quartieri dove rinforzare il sistema viario. (sp)

Trucchi - Facebook Timeline e la gestione della privacy

5 giugno 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us