Digital Life

Quanto vale il tuo account su Facebook?

Gli hacker rubano profili su Facebook.

L’ultima notizia sul cyber crimine ce la racconta il New York Times e riguarda il social network più amato deli pianeta: Facebook. Con i suoi circa 400.000.000 di utenti, è un piatto appetitoso per i malfattori di tutta la Rete.

“Una società di sicurezza indaga il fenomeno del furto della cyber identità”

Fenomeno in espansione – Secondo il laboratorio di sicurezza informatica iDefense, gli account rubati su Facebook vengono venduti e scambiati dagli hacker come fossero merce preziosa. Il laboratorio ha monitorato a Febbraio le trattative di acquisto dei log di circa 1.5 milioni di account di Facebook in alcuni forum di hacker e in altri angoli nascosti del web. Sul sito di hacker carder.su, che ha un’antica estensione sovietica (Soviet Union), creata l’anno prima che la cortina di ferro cadesse, i ricercatori hanno rintracciato un malvivente che pare specializzato nella compravendita di identità rubate su Facebook. Un account con meno di dieci amici vale 25 dollari, uno con dieci o più amici vale 45 dollari. I ricercatori hanno provato a contattare l’utente per fingersi interessati a comprare qualche account, purtroppo senza esito.

Come funziona – I criminali rubano i dati per l’accesso con classiche tecniche di phishing, come false e-mail da parte del supporto di Facebook, o con dei malware (software creati per fare danni) che, una volta installati sul Computer, registrano le password degli ignari utenti. Lo scopo dei ladri è venire in possesso degli account e quindi delle preziose informazioni, davvero molto personali, inserite dagli utenti. Ivi comprese le loro relazioni sociali.

Perché ti rubano la vita – I tre maggiori obiettivi dei criminali sono: il furto di identità, la truffa e l’invio di spam e virus informatici. La ricchezza di Facebook è infatti formata dagli utenti, che, spesso con troppa leggerezza, inseriscono informazioni personali come: indirizzo di casa, numeri di telefono, recapiti di lavoro e personali, foto dei figli, nome del gatto, della mamma e via dicendo. Oppure, contrariamente a quanto è indicato nei suggerimenti istituzionali di Facebook, accettano l’amicizia di chiunque si proponga, al solo e infantile scopo di possedere il maggior numero di “amici” online. E i criminali puntano proprio su questo narcisismo degli utenti, per guadagnare alle loro spalle.

Esempio pratico – Il caso, riportato nell’articolo del NY Times, è eclatante: l’account di Eileen Sheldon, una donna californiana, ha cominciato la scorsa estate a inviare messaggi di richiesta di aiuto a 20 dei suoi amici online. Pareva che la povera Eileen fosse in Gran Bretagna senza soldi e senza passaporto, bisognosa di immediato aiuto. Un suo amico ha spedito 100 dollari nella forma desiderata, che ovviamente sono andati in tasca ai ladri e non ad Eileen. Infatti la donna era a casa sua in Califorina ma, in effetti, i suoi amici online sapevano che, recentemente, era andata a risiedere in Inghilterra per motivi lavoro.

3 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us