Digital Life

Pirata del porno confessa e paga una super multa

Il pirata pagherà una multa di 250.000 dollari.

Il sig. Schwaller è un americano che è stato citato in giudizio per aver caricato film pornografici piratati via torrent. La novità è che si è dichiarato colpevole e pagherà un risarcimento di 250.000 dollari senza battere ciglio.

“Novità in una causa per il copyright: un utente di BitTorrent paga senza opporre resistenza”

Pornografi in tribunale - L’uomo, che risiede nella costa orientale degli Stati Uniti, è stato riconosciuto come l’untore che ha pubblicato online i torrent per scaricare almeno 6 opere cinematorgrafiche a tripla luce rossa, ovviamente coperte da copyright. Lo scorso mese è stato citato in giudizio e, a sorpresa, ha ammesso le proprie colpe e ha acconsentito a pagare la multa finora più salata per questo tipo di controversie. La diatriba legale è stata lanciata dallo studio di produzione pornografica californiano Liberty Media Holdings, proprietario delle opere digitali in questione. L’accusa è che l’utente BitTorrent, di cui è stato individuato l’indirizzo IP, ha infranto i diritti di copyright della casa di produzione, caricando e condividendo i film hard illegalmente su Internet.

Richiesta di danni – Lo studio di produzione di film per adulti ha chiesto che venga intimato a Mr Schwaller di astenersi da caricare via Internet, ora e in futuro, altri prodotti digitali protetti da copyright. E, naturalmente, è anche arrivata all’utente della Rete una considerevole richiesta di danni per le sue azioni. Nemmeno 72 ore dopo l’accusa, alla vigilia di Natale è arrivato un accordo consensuale: senza opporre le sue ragioni l’utente ha scelto di pagare la multa, dapprima quantificata in 500.000 dollari, poi ridotti a “solo” un quarto di milione.

iPad: le app che non puoi perdere. Guarda la gallery!

11 gennaio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us