Digital Life

Perchè è impossibile sconfiggere Tetris?

Battere Tetris è un'impresa impossibile e la matematica spiega perchè. Ma chi ottiene punteggi particolarmente alti a questo gioco è dotato di un'ottima capacità di risolvere i problemi.

Siete appassionati di Tetris? Abbiamo una brutta notizia: per quanto abili e capaci di punteggi astronomici, non riuscirete mai a battere il gioco creato 31 anni fa da Aleksey Pazhitinov. Ci sarà infatti sempre un ultimo pezzo, un tetramino, che non riuscirete ad incastrare.

Questione di misure. La spiegazione è puramente matematica: lo spazio di gioco è largo 10 quadratini, mentre i 7 pezzi che cadono in sequenza, se perfettamente incastrati, occupano al massimo una larghezza di 8. Ci sarà quindi sempre uno spazio di almeno due quadratini di larghezza fuori dal vostro controllo. E quello sarà l’inizio della vostra fine.

La scienza del videogame. Il Tetris è oggetto di studio da parte dei matematici fin dalla sua comparsa: le prime teorie sull’impossibilità di batterlo risalgono già al 1996.

Secondo Jamin Warrem, fondatore di Kill Screen e tra i massimi esperti di videogiochi e cultura digitale, il segreto del Tetris risiede in gran parte nella sequenza con la quale vengono lasciati cadere i tetramini. Una serie sfortunata di pezzi S e Z può mettere in crisi anche il più abile dei giocatori.

Ma secondo Warren se anche si giocasse solamente con gli altri 5 tetramini, dopo 70.000 mosse si verrebbe comunque battuti dal computer.

Tetris: un bel problema. Giocare a Tetris rimane in ogni caso un ottimo allenamento per il cervello: i pezzi che cadono sempre più velocemente costringono il giocatore a calcoli molto complessi in tempi sempre più risicati. E per quanto sia impossibile battere il gioco, ottenere un buon punteggio significa avere un’ottima capacità di risoluzione dei problemi.

E se volete mettervi alla prova, giocate a Tetris con noi.



6 maggio 2015 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us