Digital Life

Pagamenti in punta di dita

Un'azienda friulana è pronta al lancio della prima carta di credito ad autorizzazione biometrica. Dimenticativi del PIN: si paga con l'impronta digitale.

Se la vostra giornata è un continuo slalom di memoria tra PIN, password e codici di accesso vari, questa notizia vi renderà felici. Card Tech, un’azienda di Udine, è infatti pronta a lanciare sul mercato la prima carta di credito ad autenticazione biometrica: per autorizzare le transazioni non si utilizzerà più il codice di 5 cifre, ma basterà strisciare il dito sull’apposito sensore.

Swipe & Pay. A parte questo per utenti ed esercenti non cambierà nulla: la carta ha esattamente le stesse dimensioni di quelle convenzionali ed è perfettamente compatibile con l’infrastruttura esistente. Ciò significa che potrà essere utilizzata in ogni punto vendita dotato di POS e in ogni sportello automatico esistente.

Al momento di autorizzare la transazione l’utente fa uno swipe sul sensore della tessera: questo legge le informazioni e le confronta con quelle memorizzate su un alto chip, sempre integrato nella carta di credito, che contiene anche il software necessario al riconoscimento del tracciato e all’autenticazione. Le informazioni relative all’impronta del proprietario sono memorizzate in formato criptato e non è in alcun modo possibile estrarle o riscostruirle.

Non solo pagamenti. La card verrà presto proposta alle banche e agli istituti di credito in sostituzione delle tessere convenzionali, ma il suo utilizzo si può spingere ben oltre. Il sistema di autenticazione biometrico la rende infatti lo strumento ideale per utilizzi innovativi, almeno nel nostro paese, come il voto elettronico, la fruizione di servizi pubblici o la sostituzione dei documenti cartacei.

25 novembre 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us