Digital Life

Non solo giochi nel futuro dell'Xbox 360

Microsoft traccie le future linee guida della console.

Per promuovere Xbox 360 in tutto il mondo, nei prossimi mesi Microsoft farà leva in particolare sulle funzionalità della console legate all'intrattenimento.

“Il 40% del tempo passato sul Live non è legato ai giochi.”

"La nostra idea per il futuro della Xbox è semplice", afferma in una nota Frank Shaw di Microsoft. "Tutto l'intrattenimento che volete, con semplicità e con le persone alle quali tenete. Per questo abbiamo investito nelle partnership con ESPN, Netflix e Hulu. Per questo abbiamo implementato il social nella piattaforma Xbox Live. Per questo nel 2011 ci vedrete promuovere Xbox come un brand dedicato all'entertainment. E sempre per questo motivo stiamo investendo così tante risorse nelle tecnologie Natural User Interface. Kinect è solo l'inizio".

Secondo alcuni, le dichiarazioni potrebbero essere il preludio alla presentazione all'E3 di Project Orapa, la combinazione di Xbox Live e Mediaroom IPTV.

"All'E3 capirete a che punto siamo arrivati con la nostra concezione di Xbox. Abbiamo venduto 53 milioni di console, 10 milioni di Kinect e abbiamo 30 milioni di abbonati a Xbox Live. Numeri importanti per una console che in passato veniva acquistata prevalentemente dai giocatori hardcore. Negli ultimi anni però è successo qualcosa di interessante: le persone continuano a utilizzare molti videogiochi ma il 40% del tempo trascorso su Xbox Live non è legato ai giochi. Xbox = entertainment, è questo il nucleo della nostra strategia".

"A dispetto di questa evoluzione, la Xbox è rimasta fedele alle sue radici e oggi non potete trovare su nessun altro dispositivo un'esperienza ludica più completa. Ci sono giochi di tutti i tipi, e potete trasferire l'esperienza sui PC con Windows 7 e sui dispositivi con Windows Phone 7. E naturalmente, arriveranno nuovi dispositivi...".

2 giugno 2011 Stefano Silvestri
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us