Digital Life

Nintendo Wii U ha fatto centro oppure no?

Come sta andando a una settimana dal lancio?

di Lorenzo Fantoni

L’abbiamo immaginata, l’abbiamo aspettata e infine l’abbiamo provata, ma adesso che la Wii U è finalmente disponibile anche in Europa, come stano andando le vendite della nuova console Nintendo?

"Quasi tutti hanno scelto la versione Premium della Nintendo Wii U"
Oltremanica - Un buon indice per capirlo è senza dubbio il mercato inglese, uno dei più ricchi e attivi del nostro continente, che spesso fa le veci della cartina tornasole per l’intero settore. A quanto pare, i giocatori britannici hanno decisamente apprezzato il modello Premium, ossia quello che includeva una console con 32 GB di memoria, il gioco Nintendo Land e sconti su alcuni titoli scaricabili direttamente sulla console. Un vero trionfo visto che è stata scelta dal 90% degli acquirenti, mentre solo il 10% ha optato per la versione Basic, con 8 GB di memoria e nessun titolo in allegato.

Più hardcore - Nintendo con questa console puntava anche a riconquistare l’affetto dei giocatori “duri e puri”, delusi dalla predominanza di titoli Wii dedicati a un pubblico fatto di giovanissimi e di utenti meno incalliti. Considerando che un terzo di quel 90% ha acquistato una console che aveva incluso anche ZombiU, titolo dai toni decisamente forti, la Grande N sembra aver fatto breccia nel cuore dei cosiddetti “hardcore gamer”. Adesso, però, resta da vedere quanto durerà la luna di miele.

Le classifiche - Tutto bene dunque? C’è chi pensa di no. Se analizziamo, infatti, le classifiche di vendita relative ai giochi della settima scorsa, quella in cui la Wii U è arrivata sugli scaffali dei negozi europei, non possiamo fare a meno di notare come nessun titolo della nuova console Nintendo sia riuscito a entrare nella top ten dei giochi più venduti. In cima alle classifiche troviamo Call of Duty: Black Ops 2, saldamente al primo posto, pur non avendo bissato il successo dei suoi predecessori, seguito a ruota da Far Cry 3, che ha debuttato molto bene al secondo posto, e dall’eterno FIFA 13. Per trovare un titolo Wii U dobbiamo scendere all’undicesima posizione, occupata da Nintendo Land, che oltretutto è in bundle con la console, mentre al quattordicesimo troviamo New Super Mario Bros. U e al diciassettesimo ZombiU.

Punti di vista - A colpo d’occhio il dato potrebbe sembrare poco confortante per Nintendo, ma ci sono altri numeri che dipingono la situazione in maniera completamente diversa. Tempo fa, infatti, Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America, aveva dichiarato che “finché riusciremo a far sì che i consumatori comprino un gioco insieme alla console, allora quell'intera transazione diventerà positiva per noi". Poiché la media di giochi venduti è di circa due per ogni Wii U e che in tutto il Regno Unito la console sarà probabilmente introvabile fino all’anno prossimo, possiamo dire che la classifica non dipinge un flop, ma un sistema di gioco che è riuscito a entrare quasi nei primi dieci posti con un numero di console molto inferiore rispetto ai concorrenti.

Tempo al tempo - Ovviamente, ci vorrà almeno un anno e l’eventuale discesa in campo di nuove console per capire se a Nintendo sia riuscito nuovamente il colpaccio. Al momento il banco di prova più vicino sarà il Natale, quando centinaia di genitori saranno in giro per negozi a cercare il regalo preferito dai propri bambini. Non sappiamo se la Wii U sarà in cima alla lista, ma di certo sarà molto difficile da trovare. (sp)

Nintendo Wii U: la video recensione di Eurogamer.it!

4 dicembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us