Digital Life

Nintendo spiega le ragioni del blocco regionale sul 3DS

Nintendo blocca l'importazione parallela.

Gli appassionati di Nintendo nei giorni scorsi hanno ricevuto una brutta notizia: il 3DS avrà il blocco regionale, una pratica questa abbandonata già alcuni produttori di console, il che vuol dire che un videogioco acquistato ad esempio in Giappone non funzionerà su una console italiana.

“Col blocco regionale si potranno giocare solo i titoli europei e non quelli americani o giapponesi.”

Le reazione del pubblico non è ovviamente mancata ed è stata così veemente da costringere oggi il boss di Nintendo UK, David Yarnton, a spiegare che il blocco regionale del 3DS "dipende da una serie di fattori. In parte si tratta di un discorso legato alla differenza tra i contenuti aggiuntivi che vanno distribuiti nelle varie aree".

"Per fare un esempio, potrebbe esserci un territorio in cui lanciamo contenuti scaricabili che non sono adatti ad altre regioni o che non abbiamo modo di pubblicare altrove. Per questo il software potrebbe risultare incompatibile con l'hardware di altre regioni".

"Poi c'è un altro problema. I consumatori non ci fanno caso abitualmente ma territori differenti utilizzano sistemi di classificazione del software diversi. Noi vogliamo assicurarci di soddisfare i requisiti dei vari enti di classificazione. In Europa abbiamo il PEGI, in Australia un sistema diverso, in America un altro differente e in Giappone un altro ancora".

"Anche i DVD hanno il blocco regionale. So che la gente non lo vorrebbe, magari in futuro potrebbe cambiare qualcosa".

20 gennaio 2011 Stefano Silvestri
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us