Digital Life

MySpace si contrae all'allarmante velocità di un buco nero

MySpace: gli utenti scappano.

Abbiamo spesso parlato di come MySpace abbia iniziato a disgregarsi come un ghiacciaio aggredito dall’effetto serra, ma quando il declino accelera - invece di restare stabile - l’allarme è serio. E' quasi impossibile arrestare un'emorragia di utenti di tali proporzioni.

Il vecchio re dei social network ha perso ben dieci milioni di visitatori tra gennaio e febbraio. Oggi ne ha solo 63 milioni, solo dodici mesi fa erano oltre 120: questo può aiutare il lettore a rendersi conto del declino inarrestabile. La compagnia che ne è proprietaria, la News Corps, è nel mezzo di una vendita, un momento davvero terribile per dichiarare la morte di un prodotto. Con quale faccia presentare una previsione a dei possibili acquirenti? Un tempo MySpace era il sito che tutti i “ragazzi in” dovevano usare, ora, come dice Arrington su Techcrunch, è come se tutti si stessero fermando a guardare il sito di un’incidente automobilistico.

Il nuovo leader di MySpace, Mike Jones, aveva ideato un piano di rinascita, modificando completamente lo scopo e la forma stessa del sito. Purtroppo la cura è stata peggiore del male stesso, causando un tracollo delle condizioni del network. Gli utenti se ne stanno andando tanto in fretta che sembra stiano fuggendo per salvarsi la vita. Di questo passo, tra dodici mesi non ci sarà più un MySpace di cui sparlare. (ga)

Guarda le sexy-sconosciute di Twitter:

24 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us