Digital Life

Myspace riduce il proprio staff del 47%

Dimezza lo staff.

Gotterdammerung, ovverosia Il crepuscolo degli dei. Non solo MySpace sta andando lentamente in rovina, ma i ragazzi d’oggi faticano a ricordarsene (ed in certi casi, forse, vorrebbero proprio dimenticarlo). Sono tempi difficilissimi al quartier generale del social network che un tempo dominava il mondo. Diventato popolare senza una vera ragione, nato per fare da polo pubblicitario per le band emergenti ma stravolto dal successo, ora MySpace cerca di tornare alle origini. Rivolto alla generazione Y (cioè chiunque oggi sia sotto ai 25), il suo scopo sarà l’entertainment.

Le trovate studiate per riflettere e massimizzare il cambiamento sono tante: le stelle di ogni tipo ora possono “dirottarlo” per un periodo, trasformandolo a loro immagine e somiglianza, e i contenuti audiovisivi la fanno da padroni. Ma purtroppo l’agonia pare inarrestabile, la popolarità stenta a ridecollare e sebbene il cambiamento sia positivo ben metà dei dipendenti si è visto dare il benservito. Chiaramente il tutto è posto sotto una luce postiva da Mike Jones, il CEO: “La nuova struttura è più agile e dinamica, sviluppa più in fretta i prodotti ed è capace di grande flessibilità dal lato finanziario”. Certo, come no.

12 gennaio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us