Digital Life

Murdoch “twitta” e accusa Google di pirateria

Murdoch twitta contro Google.

Il principale responsabile della pirateria su Internet? È Google, almeno secondo l’ottantenne magnate dell’editoria Rupert Murdoch, che ha usato Twitter per lanciare le sue accuse.

“Secondo Murdoch con la pirateria online rischia l’intera industria cinematografica”

Il celebre motore di ricerca sarebbe colpevole di diffondere link a film in prima visione, pubblicati illegalmente sul Web, sui quali inoltre il colosso di Mountain View guadagnerebbe grazie alle numerose pubblicità che li circondano.

A sostegno delle sue accuse, in un successivo tweet Murdoch afferma di aver ricercato in Google il nuovo episodio del film Mission Impossible, con Tom Cruise, e di aver trovato numerosi siti che offrono lo streaming gratuito della pellicola. Il tycoon australiano, che sempre via twitter avverte che la pirateria online mette a rischio l’intera industria cinematografica, accusa anche il presidente USA Obama di non contrastare questo fenomeno. L’implicito riferimento è al mancato supporto da parte di Obama alla proposta di legge SOPA (Stop Online Piracy Act), attualmente in discussione al Congresso USA e sostenuta invece dalle industrie cinematografiche e discografiche.

Il presidente americano ha infatti recentemente dichiarato che, sebbene la pirateria online sia un problema grave, non sosterrà una legge che potrebbe ridurre la libertà di espressione o danneggiare le dinamiche e le innovazioni globali di Internet.

Contrari alla proposta di legge SOPA sono inoltre i fondatori di aziende come Google, Yahoo, eBay e Twitter, che poche settimane fa hanno sottoscritto una lettera in cui mettono in guardia da un possibile rischio censura, dando al governo americano lo stesso potere di oscurare il Web come avviene in paesi quali la Cina e l’Iran.

Fabio Bossi? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

LE TOP GALLERY DI JACK

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

16 gennaio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us