Digital Life

MafiaLeaks colpisce al cuore le organizzazioni criminali

Nasce MafiaLeaks, un sito per denunciare le attività mafiose in forma anonima in modo da proteggere chi ha deciso di inviare una segnalazione.

MafiaLeaks, che si ispira in gran parte al concetto alla base di Wikileaks, è un sito realizzato da un gruppo di anonimi volontari italiani nato con lo scopo di combattere mafia, camorra, 'ndrangheta… insomma tutte le organizzazioni criminali che operano nel nostro Paese. E chiama a raccolta tutti i cittadini incitandoli a collaborare con una semplice frase: «se sai qualcosa, dì qualcosa».

L’obiettivo di MafiaLeaks, come si legge nel manifesto pubblicato sul sito, è raccogliere qualsiasi tipo di segnalazione in forma strettamente anonima in arrivo da chiunque ne sia in possesso. Non è importante l’identità del mittente, quanto la qualità del materiale.

Il sito divide, infatti, le fonti in tre macro-gruppi: i whistleblower all’interno dei clan mafiosi, le vittime delle organizzazioni mafiose e cittadini che potrebbero sapere qualcosa, ma che spesso non hanno prove per dimostrare un illecito.

Le informazioni, come accennato, vengono trasmesse sul sito in maniera totalmente anonima e MafiaLeaks funge esclusivamente da tramite con le, cosiddette, “persone fidate”. Quando una persona decide di "parlare" o di inviare del materiale, va sulla piattaforma MafiaLeaks e sceglie innanzitutto a chi indirizzare le sue informazioni. Il sistema, infatti, una volta inviata la “soffiata”, genera automaticamente un’email che viene spedita a una, o più, "persone fidate” scelte da chi ha deciso di collaborare. Sì, perché l’informatore ha la facoltà di decidere a chi comunicare quello che sa:

  • Forze dell’ordine (se l’obiettivo è agire)
  • Giornalisti di livello nazionale e locale, ma anche reti televisive e blogger (se lo scopo è informare)
  • Associazioni antimafia per chiedere aiuto.
  • 6 novembre 2013 Silvia Ponzio
    Ora in Edicola
    Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

    Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

    ABBONATI A 29,90€

    La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

    ABBONATI A 31,90€
    Follow us