Digital Life

MafiaLeaks colpisce al cuore le organizzazioni criminali

Nasce MafiaLeaks, un sito per denunciare le attività mafiose in forma anonima in modo da proteggere chi ha deciso di inviare una segnalazione.

MafiaLeaks, che si ispira in gran parte al concetto alla base di Wikileaks, è un sito realizzato da un gruppo di anonimi volontari italiani nato con lo scopo di combattere mafia, camorra, 'ndrangheta… insomma tutte le organizzazioni criminali che operano nel nostro Paese. E chiama a raccolta tutti i cittadini incitandoli a collaborare con una semplice frase: «se sai qualcosa, dì qualcosa».

L’obiettivo di MafiaLeaks, come si legge nel manifesto pubblicato sul sito, è raccogliere qualsiasi tipo di segnalazione in forma strettamente anonima in arrivo da chiunque ne sia in possesso. Non è importante l’identità del mittente, quanto la qualità del materiale.

Il sito divide, infatti, le fonti in tre macro-gruppi: i whistleblower all’interno dei clan mafiosi, le vittime delle organizzazioni mafiose e cittadini che potrebbero sapere qualcosa, ma che spesso non hanno prove per dimostrare un illecito.

Le informazioni, come accennato, vengono trasmesse sul sito in maniera totalmente anonima e MafiaLeaks funge esclusivamente da tramite con le, cosiddette, “persone fidate”. Quando una persona decide di "parlare" o di inviare del materiale, va sulla piattaforma MafiaLeaks e sceglie innanzitutto a chi indirizzare le sue informazioni. Il sistema, infatti, una volta inviata la “soffiata”, genera automaticamente un’email che viene spedita a una, o più, "persone fidate” scelte da chi ha deciso di collaborare. Sì, perché l’informatore ha la facoltà di decidere a chi comunicare quello che sa:

  • Forze dell’ordine (se l’obiettivo è agire)
  • Giornalisti di livello nazionale e locale, ma anche reti televisive e blogger (se lo scopo è informare)
  • Associazioni antimafia per chiedere aiuto.
  • 6 novembre 2013 Silvia Ponzio
    Ora in Edicola
    Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

    Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

    ABBONATI A 29,90€

    Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

     

    ABBONATI A 31,90€
    Follow us