Digital Life

La privacy online (purtroppo) non esiste!

Stanford University svela come i siti spiano gli utenti.

Una ricerca della Stanford University svela i retroscena della vita spregiudicata dei “cyberazzi”, ossia tutte le ingegnose trovate che i siti web commerciali si inventano ogni giorno per darci la caccia.

“Anche Facebook e Google nella lista nera della Stanford University”

Non mi seguire! - Sono ormai mesi che in Europa, e in gran parte del mondo, si dibatte su una direttiva “do not track” che consenta ai navigatori di poter scegliere di non essere inseguiti ovunque dai siti web. Così, dopo aver tenuto sotto osservazione 185 siti ad alto traffico, l’Università di Stanford ha rilevato dei comportamenti poco corretti nei confronti degli utenti, la cui privacy è di fatto una chimera.

Basta cookie - Lo studio definisce elegantemente “cyberazzi” i software e gli espedienti studiati per scoprire cosa facciamo quando siamo online. Una schiera di cookie, trappole e “retini per dati”, ci dà la caccia e presenta un nostro profilo straordinariamente dettagliato a chi crea pubblicità personalizzata. Il problema è così grave che il 61% dei siti monitorati - una rosa di nomi noti tra cui Facebook e Google - distribuisce senza riguardo dati sensibili come user name e password. Per darvi un’idea, se vi iscrivete al sito della rete televisiva NBC il vostro indirizzo viene spedito ad altre sette aziende. Home Depot, una catena di grandi magazzini americana, invece, invia dettagli come il vostro indirizzo di posta elettronica anche solo che cliccate su un banner pubblicitario.

States & co - Il Congresso degli Stati Uniti sta vagliando delle proposte di legge che obblighino i siti a inserire la clausola “Do not track” quando vengono in contatto con un utente online. E le altre nazioni seguirebbero a ruota l’esempio degli States. Nel frattempo AdBlock+ è il mio migliore amico... (sp)

14 ottobre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us