Digital Life

La polizia olandese usa i botnet per avvisare le vittime del cybercrimine

Per avvisarne le vittime.

Un botnet è un network di computer “zombie”, dirottati ad insaputa del proprietario ed usati per compiere attività illegali come la diffusione di spam o l’attacco in massa di un server.

La polizia olandese è riuscita a segnare un grande successo contro uno di questi “organismi pirata”, sgominando un botnet costituito da 143 server e 30 milioni di PC infetti. In una decisione piuttosto inusuale, una volta strappato il controllo del network agli hacker, gli agenti neerlandesi lo hanno usato per spedire un messaggio a tutti gli inconsapevoli “zombie”.

Tecnicamente si tratta di un atto illegale in molti paesi, dato che aprire un browser e usarlo per scrivere al proprietario di un PC è una “modifica” del suo sistema, un atto da hacker. Di sicuro è improbabile che qualcuno decida di fare causa alla polizia olandese, ma questo è certamente un segnale dell’inadeguatezza della normativa vigente sul cybercrime, un problema che attanaglia la comunità internazionale.

Il mega network era il frutto di un malware conosciuto come Bredolab ed il suo scopo era di rubare dati bancari. Il capo della banda che lo gestiva è stato arrestato qualche tempo fa in Armenia. Dei 100.000 che sono stati avvisati di essere una vittima, solo 55 hanno risposto al messaggio. Gli altri, probabilmente, avranno pensato che si trattasse del solito avviso fake che invariabilmente conduce ad un trojan.

Rischi del mestiere.

28 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us