Digital Life

La guida russa al selfie sicuro

Il governo di Mosca pubblica una guida dove spiega quali comportamenti evitare per far sì che il prossimo selfie non sia l'ultimo: al bando animali feroci, armi da fuoco e binari del treno.

1000 like su social non valgono una vita: è lo slogan di una singolare campagna dedicata al selfie sicuro promossa dal ministero degli interni russo. Sì, avete capito bene: il governo di Mosca ha lanciato un'attività di sensibilizzazione per mettere in guardia (soprattutto, ma non solo) i più giovani dai rischi derivanti dalla mania dei selfie estremi.


Secondo quanto riportato dal quotidiano Izvestia l'iniziativa sarebbe la risposta dello stato agli oltre 100 incidenti, di cui 10 mortali, nei quali sono rimasti coinvolti dall’inizio dell’anno altrettanti giovani russi intenti a scattarsi un selfie memorabile con il loro telefonino.

Selfie col botto. La maggior parte di loro sarebbe rimasta coinvolta in cadute accidentali da burroni, ponti e parapetti vari, altri sarebbero rimasti fulminati dai cavi dell’alta tensione durante improbabili scalate e qualcuno sarebbe addirittura riuscito a farsi azzannare da serpenti e altri animali pericolosi.

La pubblicità viene distribuita nei pressi delle scuole e in altri luoghi frequentati dai teenager sottoforma di un opuscolo che riporta, oltre alla copertina che vedete qui sopra, le storie degli incidenti più gravi occorsi ai giovani selfie maniaci e una serie di consigli su che cosa non fare.

Secondo quanto si legge nel sito del Ministero degli interni russo sarebbero stati attivati anche corsi specifici in molte scuole del paese.

Scatta sicuro. Tra i comportamenti da evitare il Governo di Mosca segnala in particolare i selfie alla guida, quelli sui binari del treno o in cima ai tralicci dell'alta tensione. Altrettanto sconsigliato è scattarsi una foto mentre si maneggiano armi da fuoco, si cammina sui tetti dei palazzi o in presenza di predatori.

9 luglio 2015 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La Bibbia è il libro più famoso del mondo. Eppure, quanti sanno leggere fra le righe del racconto biblico? Questo numero di Focus Storia entra nelle pagine dell'Antico Testamento per comprendere dove finisce il mito e comincia la storia, anche alla luce delle ultime scoperte archeologiche. E ancora: la Crimea, terra di conquista oggi come ieri; l'antagonismo fra Coca e Pepsi negli anni della Guerra Fredda; gli artisti-scienziati che, quando non c'era la fotografia, disegnavano piante e animali per studiarli e farli conoscere.

 

ABBONATI A 29,90€

Come sta la Terra? E che cosa può fare l'uomo per salvarla da se stesso? Le risposte nel dossier di Focus dedicato a chi vuol conoscere lo stato di salute del Pianeta e puntare a un progresso sostenibile. E ancora: come si forma ogni cosa? Quasi tutti gli atomi che compongono ciò che conosciamo si sono generati in astri oggi scomparsi; a cosa servono gli scherzi? A ribadire (o ribaltare) i rapporti di potere; se non ci fosse il dolore? Mancherebbe un segnale fondamentale che ci difende e induce solidarietà.

ABBONATI A 31,90€
Follow us