Digital Life

L'Australia contro Google Street View

Raccoglieva dati personali da WiFi aperte.

di
Il Garante della privacy australiano torna a tirare le orecchie a Google: deve consegnare e poi distruggere immediatamente tutti i dati raccolti per sbaglio da Street View. Com'era successo in Europa un po' di tempo fa...

"Oltre a rilevare gli hot spot pubblici ha intercettato anche reti private"

Street Privacy -

uno dei più accaniti è l'Australia che ha già costretto Google a cancellare molte informazioni raccolte

Questioni di wireless - I dati raccolti inavvertitamente da Google sono quelli sulle connessioni wi-fi. Il colosso del web, infatti, in cerca di hot spot pubblici da segnalare sulle mappe, ha intercettato anche numerose connessioni domestiche private. In pratica tutte quelle aperte, senza password. Di queste connessioni, però, l'attrezzatura a bordo della Street View Car ha carpito di tutto e di più: titolare, nome utente, indirizzo mail. Google si era impegnata a cancellare tutti questi dati sui cittadini australiani dai suoi archivi ma, come si deduce dalle richieste pressanti del Garante, non lo ha ancora fatto.

Street View pasticcione - In realtà sono tantissime le segnalazioni in giro per il mondo di dati, foto e altre informazioni che finiscono su Google Street View anche se sarebbe meglio di no. L'oscuramento dei volti e delle targhe è il minimo che si potesse fare, ma restano ancora decine di foto imbarazzanti, strane o addirittura incredibili - come quelle sui fenomeni paranormali - che risiedono nell'enorme archivio fotografico di Street View. (sp)

Beccati da Google Street View

9 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us