Digital Life

Iran blocca posta elettronica e social network

Impossibile accedere alle caselle di posta.

In Iran, da giovedì, è impossibile entrare nei propri account di posta. Non ci sono spiegazioni ufficiali, ma questo blocco sembra il culmine di qualcosa che si protrae da tempo - qualcosa che, da mesi, rende difficoltoso l'accesso ai social network.

“La libertà di parola fa paura al governo iraniano che mette il bavaglio alla rete”

Cyber-censura - Che si tratti di Gmail, Yahoo o Hotmail, che tu voglia andare su Facebook o su Twitter, o voglia vedere un video su Youtube: in Iran non puoi farlo. Tutti questi siti, secondo il governo, sono troppo amati dai dissidenti al punto che, all'inizio del 2011, è stata avviata una cyber-polizia contro i crimini commessi attraverso social network e compagnia. Ricordi le proteste dopo la rielezione di Mahmoud Ahmadinejad nel 2009? Si sono svolte in rete. E adesso, nell'anniversario della rivoluzione islamica del 1979, la morsa della censura si sta stringendo. Senza spiegazioni ufficiali, il che amplifica la rabbia degli utenti che già da mesi lamentano difficoltà nell'accedere ai motori di ricerca e ai servizi di email.

Con noi o contro di noi - La maggior parte dei siti di informazione stranieri sono già bloccati. Teheran accusa i media occidentali di complottare contro l'Iran - un complotto che, secondo il governo, sarebbe guidato da Stati Uniti, Israele e Inghilterra. Ma non è semplice controllare i flussi di informazione che entrano ed escono dalla nazione medio-orientale con il più alto numero di naviganti: più di 36 milioni di persone. E c'è chi predice che questa ulteriore stretta della censura costerà cara al regime. Chi utilizza la rete non vuole limitazioni, fa di tutto per aggirarle e per riconquistare la propria libertà di parola. E di pensiero. (sp)

Chiara Reali

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Trucchi & consigli - Difendi la tua privacy in dieci mosse

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

13 febbraio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us